PAS e concorso straordinario, al via. Ecco testo decreto [ANTEPRIMA NUOVA VERSIONE]

di redazione
ipsef

item-thumbnail

PAS, concorso straordinario secondaria I e II grado, diplomati magistrale, idonei TFA sostegno: ecco lo schema di Decreto legge contenente misure di straordinaria necessità  nei settori dell’istruzione, dell’università, della formazione artistica musicale e coreutica. Ricordiamo agli utenti che si tratta di uno schema, di una bozza, pertanto non definitiva. Il testo potrà subire modifiche.

Testo reinserito e leggibile in tutte le parti

Scaricalo 

PAS

Confermati i requisiti di accesso stabiliti nell’intesa dell’11 giugno con i sindacati.

Il PAS è un Percorso Abilitativo Straordinario organizzato dalle Università entro il 2019, anche in più cicli. (Il PAS è uno ma le Università possono scaglionare i partecipanti in più anni).

Nei tre anni di servizio negli ultimi otto (dal 2011/12 al 2018/19) è possibile far rientrare servizi nella scuola statale, paritaria, e nei centri di formazione professionale relativamente ai corsi per l’obbligo scolastico. 

dottori di ricerca accedono invece in virtù del titolo, senza servizio (i tre anni del dottorato sarebbero equiparati a servizio).

N.B. Vi sarà un ordine di accesso: prima coloro che non hanno alcuna abilitazione e coloro che – per malattia o maternità – hanno interrotto precedenti percorsi di abilitazione.

I posti saranno stabiliti con decreto del Miur, per ogni regione e per ogni ateneo.

Tutti coloro che hanno i requisiti e richiederanno di partecipare avranno dunque la possibilità di conseguire l’abilitazione, previo superamento delle prove in itinere e finale.

Si può partecipare per una sola regione e per una sola classe di concorso (che non sia ad esaurimento).

Il concorso straordinario

Riservato esclusivamente a docenti con tre anni di servizio negli ultimi otto nella scuola statale, di cui uno nella classe di concorso per cui si chiede di partecipare. 

Senza preselettiva, avrà una prova scritta computer based selettiva e una prova orale non selettiva. Sarà dato ampio spazio alla valutazione del servizio.

Anche il concorso straordinario  sarà bandito entro il 2019.

A PAS e concorso straordinario potranno accedervi, se si hanno i requisiti, anche i docenti di ruolo.

Si potrà partecipare ad una classe di concorso o alla procedura su sostegno (se si hanno un anno di servizio specifico su sostegno e relativa specializzazione).

Diplomati magistrale

Anche per l’a.s. 2019/20 si ripropone in parte lo scenario già visto nel precedente anno scolastico.

Diplomati magistrale con titolo conseguito entro l’a.s. 2001/02, inseriti con riserva in GaE, accettano il ruolo o la supplenza.

Nel corso dell’anno scolastico arriva la sentenza di merito. Qualora questa sia negativa, la norma permette di completare l’anno scolastico con contratto fino al 30 giugno 2020, per salvaguardare la continuità didattica.

Il termine “proroga” va intesa in questo senso, proroga di un contratto ricevuto nell’a.s. 2019/20 e che poi viene revocato in seguito alla sentenza.

Idonei concorso 2016

Nel decreto anche la proroga delle graduatorie del concorso a cattedra 2016 (sia Infanzia-Primaria che secondaria I e II grado). In qualche caso infatti le graduatorie sono ancora piene di vincitori (ai quali è assicurata l’assunzione) e di idonei, cioè di docenti che hanno superato tutte le prove ma non si sono collocati all’interno del numero dei posti a bando.

Scarica il testo del Decreto in anteprima

Versione stampabile
anief banner
soloformazione