PAS e concorsi straordinari non risolvono precariato. Sì a posti riservati nelle procedure ordinarie. Lettera

ipsef

item-thumbnail

Inviato da Luca Gallo- Bene ha fatto la senatrice Bianca Granato a contestare il decreto legge sulla scuola che concedeva una sanatoria dietro l’altra nei confronti di chi vantava addirittura un solo anno d’ insegnamento (vedi concorso straordinario bis infanzia e primaria).

Gli accordi con i sindacati risalenti al 24 Aprile scorsi indicavano delle procedure di reclutamento che tenessero conto di chi aveva maturato sul campo almeno tre anni di servizio, anche se privi di abilitazione, non autentiche sanatorie come poi si e’ voluto far passare con il decreto legge del 6 agosto.

Sarebbe auspicabile riprendere in considerazione la via del concorso ordinario con una quota importante riservata ai precari, la stagione dei PAS e dei concorsi riservati ha mostrato che non risolve il precariato, ma lo alimenta e crea innumerevoli contenziosi oltre che disparita’ di trattamento nei modi e nei tempi delle assunzioni.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione