Partono le 4.500 immissioni in ruolo su posti Quota 100. Domani informativa ai sindacati

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il primo tassello delle immissioni in ruolo per l’anno scolastico 2020/21 si concretizzerà nei prossimi giorni: domani il Ministero illustrerà ai sindacati collegati in videoconferenza la procedura. 

Le assunzioni su posti Quota 100 sono immissioni in ruolo “straordinarie” previste dall’art. 1 comma 18- quater della legge 159/2019.

Si tratta di posti che non è stato possibile assegnare in estate, durante le operazioni di immissioni in ruolo per l’a.s. 2019/20.

Sono posti per i quali la certificazione al diritto al pensionamento Quota 100 è arrivato dopo la chiusura del conteggio dei posti per le operazioni dell’anno scolastico 2019/20. Per questo si parla di posti “recuperati”. La spiegazione nel comunicato del Ministero del 6 aprile 2020

Si tratta di 4.500 posti, da suddividere per le province e le classi di concorso corrispondenti ai pensionamenti e in cui ci sia personale da poter assumere.

Le immissioni in ruolo così disposte vranno decorrenza giuridica dal 1° settembre 2019 ed economica dal momento di effettiva assunzione in ruolo, a partire dal 1° settembre 2020. Cosa significa e cosa comporta

Le immissioni in ruolo si svolgeranno con gli stessi criteri delle operazioni di agosto. I posti a disposizione saranno suddivisi al 50% tra GaE e graduatorie dei concorsi (2016 e 2018).

Le operazioni potranno interessare sia infanzia e primaria che la scuola secondaria.

I docenti individuati sceglieranno la provincia e la sede di assegnazione con priorità rispetto alle ordinarie operazioni di mobilità e di immissione in ruolo da disporsi per l’anno scolastico 2020/2021.

I docenti assunti in ruolo con questa procedura straordinaria avranno il blocco quinquennale di mobilità?

Secondo l’attuale normativa il blocco quinquennale di mobilità riguarda due categorie di docenti

  • docenti assunti sulla base del dm 631/2018, ossia i docenti del concorso abilitati 2018 individuati dopo il 31 agosto 2018 ed entro il 31 dicembre 2018
  • docenti che saranno assunti dal 1° settembre 2020 sulla base della Legge 156/2019

Pertanto al pari dei docenti assunti dal 1° settembre 2019  –  i docenti avranno vincolo quinquennale o nessun vincolo, a seconda dalla graduatoria di assunzione.

Tutte le novità delle immissioni in ruolo 2020/21

Versione stampabile
Argomenti: