Partito Democratico chiede eliminazione voto in decimi per primaria

di redazione

item-thumbnail

L’argomento viene affrontato dalla responsabile scuola del Partito Democratico Camilla Sgambato.

“Occorre rivedere la questione della valutazione, – riporta il quotidiano La Repubblica – per il primo ciclo o almeno per la scuola primaria. La Didattica a distanza ha mostrato forti criticità e non è riuscita a raggiungere la totalità degli studenti allo stesso modo. Oggi più che mai la valutazione ha bisogno di recuperare tutto il suo significato di dar valore a ciò che gli studenti hanno vissuto in questi mesi da incubo. Bisogna sospendere la valutazione con voto in decimi, almeno per la scuola primaria, perché corre il rischio di accentuare le diseguaglianze sociali, economiche, di condizioni abitative e culturali delle famiglie”.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione