Paritarie, le primarie danneggiate dai tagli in Finanziaria

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ci sarebbero anche le scuole paritarie della Sicilia fra le ‘vittime’ dei tagli nella legge di Bilancio.

A denunciare la situazione è LiveSicilia che mette in risalto il taglio di 600 mila euro ai fondi destinati alle Regioni per le scuole primarie paritarie. Si tratta di quegli istituti non statali abilitati a rilasciare titoli di studio.

“Prima dei tagli le scuole primarie paritarie in Sicilia beneficiavano di 4 milioni 500mila euro – si legge nell’articolo che riporta la denuncia della  Federazione italiana scuole materne – che così verrebbero quindi scalati a 3 milioni 900mila“.

Secondo quanto scrive il sito, le associazioni di categoria avrebbero lanciato un allarme: “a rischio le iscrizioni, i posti di lavoro del personale scolastico e le scuole stesse, in controtendenza con il resto d’Italia e d’Europa“. L’articolo rimarca anche che “Frequentare una scuola paritaria significa anche assolvere all’obbligo di istruzione“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione