Papa Francesco visita la scuola di Elisa, morta di leucemia a 11 anni

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Papa Francesco è andato in visita in maniera inaspettata in una scuola statale nella periferia sud-est della Capitale, nel quadro degli incontri chiamati ‘Venerdì della Misericordia’. Ne parla Rainews.

L’Istituto Comprensivo Elisa Scala è legato alla famiglia Scala, la cui figlia Elisa, che frequentava la prima media, è venuta a mancare tragicamente per una leucemia fulminante all’età di 11 anni.

“Nel corso della visita – ha spiegato il Vaticano – il Papa ha incontrato i genitori di Elisa che con commozione gli hanno mostrato i locali della biblioteca. Il Santo Padre ha trascorso alcuni minuti con loro ed ha donato alcuni volumi alla biblioteca, tutti con una dedica a Elisa”.

La preside ha raccontato al Papa la storia dell’istituto intitolato alla ragazzina morta per leucemia: “Elisa era una bambina molto vivace e determinata e parlava spesso col papà e la mamma della sua passione per libri e biblioteche. Quando è mancata è stato un desiderio dei genitori proporre alla scuola un progetto per realizzare il suo sogno: una sala per i libri che potesse essere frequentata da tutti i ragazzi”.

Nel dicembre 2015 è nata la ‘Biblioteca di Elisa’. Successivamente è seguito il lancio dell’iniziativa ‘Dona un libro per Elisa’, da parte di papà Giorgio e mamma Maria, rivolta a chiunque volesse contribuire con una piccola donazione di libri alla ‘Biblioteca di Elisa’.

I testi raccolti sono stati migliaia, in diverse lingue, e tutti con una dedica ad Elisa; oggi sono più di ventimila, spediti da tutte le regioni d’Italia, dall’Europa e persino dall’Australia, tanto da entrare nel circuito delle biblioteche comunali di Roma. L’Istituto, pochi mesi fa, ha avuto il via libera dal Comune di Roma e dal Ministero della Pubblica Istruzione per intitolare la scuola alla piccola Elisa.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione