Papa Francesco, ecco la frase peggiore che un insegnante può pronunciare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Dio è giovane” è il volume – conversazione di Papa Francesco con Thomas Leoncini che qualcuno pensa potrà essere una sorta di vademecum anche per gli insegnanti attenti alle suggestioni che provengono dal mondo cattolico.

Nel volume – come anticipato dal Secolo d’Italia – il Papa parla anche di bullismo. Dice infatti di sentire ancora al telefono, dopo tanti anni, un compagno di scuola che era stato vittima di bullismo.

Il Papa spiega anche quale sia la frase che un buon educatore non dovrebbe mai pronunciare “In riferimento all’educazione probabilmente questa è la peggiore, che la pronunci un insegnante delle scuole elementari, delle medie, delle superiori, dell’università o qualsiasi genitore: “Ragazzino, che cosa ne vuoi sapere? Studia e poi ne riparleremo”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione