Pannarale (SEL): riforma scuola parte nel 2016/17, 2015 anno di transizione

di redazione
ipsef

Annalisa Pannarale (SEL), componente della Commissione Cultura, durante una conferenza stampa, chiede il decreto di urgenza per l'assunzione dei precari.

Annalisa Pannarale (SEL), componente della Commissione Cultura, durante una conferenza stampa, chiede il decreto di urgenza per l'assunzione dei precari.

Secondo la Pannarale le motivazioni secondo cui il decreto per assumere i precari non poteva essere dato perchè l'iter doveva andare di passo con la riforma, viene meno nel momento in cui parti significative della riforma stessa entreranno in vigore solo dall'a.s. 2016/17 e il 2015/16 sarà solo un anno di transizione.

Il gruppo Sel alla Camera inoltre presenterà in aula una mozione di sfiducia nei confronti del ministro dell'Istruzione, Stefana Giannini. Lo ha annunciato il coordinatore Nicola Fratoianni.

Ecco quali sono le modifiche del testo che fanno pensare ad una attuazione piena della riforma solo dall'a.s. 2016/17

DDL Scuola. Emendamenti: reti di scuole entro giugno 2016, sovrannumerari e mobilità. Ipotesi immissioni in ruolo 2015 su albi provinciali, con possibile autocandidatura

Una modifica già approvata riguarda la cadenza triennale, a partire dal 2016/17, dell'organico di autonomia.

Un altro emendamento, da votare nel pomeriggio, prevede "Entro giugno 2016 le scuole dello stesso "ambito territoriale" costituiranno una "rete" finalizzata alla valorizzazione delle risorse professionali, alla gestione di comuni funzioni, attività amministrative e alla realizzazione di progetti o iniziative didattiche, educative, sportive. Le scuole potranno quindi stipulare tra loro delle convenzioni."

Sembra dunque che si voglia assegnare ai provvedimenti più importanti del testo un tempo più disteso per una realizzazione più efficace. Nel frattempo, però, rimane da gestire al meglio il nodo delle assunzioni da realizzare a settembre 2015.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione