Pane e olio a mensa, MDP: presentata interrogazione al Governo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato MDP – Il governo intervenga perché ponga fine ad un fatto così discriminante ai danni di minori incolpevoli, come quello accaduto all’istituto Magiotti di Montevarchi. Non possiamo permettere che si creino disuguaglianze nei luoghi dell’apprendimento, dell’educazione e della crescita. Apprezziamo le parole di condanna della Ministra Fedeli ma si compiano atti concreti affinché non si ripetano più episodi del genere nelle scuole italiane.

Lo dichiara Marisa Nicchi, deputata di Articolo 1 – Movimento Democratico e Progressista a Montecitorio a proposito della decisione dell’amministrazione comunale di Montevarchi e favorita dalla Sindaca, di dare solo pane e olio per pranzo ai bambini i cui genitori sono morosi nel pagamento delle rette scolastiche all’istituto Magiotti.

Da giorni, prosegue Nicchi, questi bambini sono costretti a subire una pubblica umiliazione, isolati in un angolo della mensa, come fossero responsabili del comportamento dei loro genitori. Sempre ammesso che i genitori possano pagare la mensa.

Il Comune fa bene a esigere il pagamento delle rette, visto il disavanzo di cinquecento mila euro nel bilancio del Comune di Montevarchi accumulato con le morosità per servizi come la mensa e il trasporto scolastico, ma è sbagliata la soluzione individuata, conclude Marisa Nicchi, in quanto la strada dovrebbe essere quella di capire il disagio delle famiglie, in tutti i modi possibili e non certo quello di differenziare la mensa o il trasporto a dei bambini, che in ogni caso non hanno nessuna colpa.

Roma, 10 novembre 2017

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione