Palermo, le scuole restano aperte. Orlando chiede tamponi di massa e controlli contro assembramenti genitori

Stampa

“Il dialogo istituzionale con il presidente della Regione e i ministri della Salute e della Scuola che ha portato il Sindaco a sospendere la decisione di chiudere le scuole del primo ciclo ci sembra la strada corretta per prendere decisioni ponderate e chiare”

Lo dichiarano in una nota congiunta i consiglieri comunali Bertolino, Caputo, Chinnici, Lo Monaco e Mattaliano, componenti della Commissione Pubblica Istruzione del Comune

Il sindaco Orlando ha tuttavia chiesto che vengano effettuati tamponi di massa per gli operatori della scuola e gli alunni, oltre che una intensificazione dei controlli davanti alle scuole per evitare gli assembramenti delle famiglie.

E’ il momento davvero che ognuno faccia la propria parte, responsabilmente – sottolineano i consiglieri –, per meritarci la scuola aperta e per non fare pagare il fio della pandemia ai più piccoli e ai più fragili“.

Al senso di responsabilità delle famiglie si è appellato anche il direttore generale dell’Usr per la Sicilia Stefano Suraniti. Suraniti sottolinea che “la scuola è un luogo sicuro, ma occorre che i comportamenti virtuosi in tale contesto siano presenti da parte di tutti gli studenti e tutte le famiglie anche nell’extra-scuola. Si richiamano i valori di solidarietà e di rispetto e il senso di responsabilità condivisa”.

Covid-19, dietrofront di Orlando: “A Palermo le scuole dell’obbligo resteranno aperte”

 

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia