Argomenti Guide

Tutti gli argomenti

Pagina Facebook della scuola, alcuni consigli per una corretta gestione del comportamento degli utenti

WhatsApp
Telegram

Il gestore del sito Facebook della scuola provvede a gestire le abilitazioni della pagina, ad effettuare le opportune comunicazioni, ad accreditarsi al servizio con “username” e “password”, ad aggiornare i profili di accesso e ad ogni altro adempimento di cui al presente regolamento. L’accesso alla pagina dell’Istituto di Facebook deve, si auspica, essere libero ed aperto a tutti ma in qualche modo deve essere regolamentato. A partire dal divieto di accesso alla piattaforma per i minori di 13 anni.

SCARICA REGOLAMENTO PAGINA FACEBOOK DELL’ISTITUTO

Esempi di regolamentazione comportamentale sulla pagina Facebook

Esistono delle modalità comportamentali condivise che, qualora si decidesse di realizzare un regolamento di istituto apposito, andrebbero definite. L’istituto Comprensivo “G. Troccoli” di Lauropoli – Cassano all’Ionio (CS) diretto con spiccate competenze dal dirigente scolastico prof. Michele Marzana ha stilato una sorta di vademecum all’interno del Regolamento che qui sintetizziamo:

  • Il soggetto che commenterà gli articoli dell’Istituto dovrà essere riconoscibile con foto in chiaro, non dovrà usare pseudonimi o acronimi, fatte salve le associazioni di facile identificazione, gli Enti e Istituzioni in genere; nel caso in cui, per libera scelta, l’utente non voglia porre la sua foto in chiaro, deve avere nella scheda “informazioni” dati sufficienti per la riconoscibilità;
  • Il soggetto che commenta potrà liberamente esprimersi in forma critica o propositiva, non ricorrendo in alcun caso a locuzioni o affermazioni scurrili, bestemmie o turpiloqui in genere, che possono ledere la sensibilità o l’orientamento politico e religioso della comunità presente;
  • Il soggetto che commenta potrà scrivere con moderazione, evitando le reiterazioni che configurerebbero un abuso dell’utilizzo della bacheca stessa a danno della rapidità interpretativa della stessa;
  • I “link”, ovvero collegamenti ad altri siti web o contenuti, e le foto che possono essere inserite nella bacheca devono essere di interesse generale o criticamente propositive.

I divieti sulla pagina Facebook

Dovrebbero essere espressamente vietati come di fatto li vieta il regolamento dell’Istituto Comprensivo “G. Troccoli” di Lauropoli – Cassano all’Ionio (CS):

  • l’utilizzazione della pagina come mezzo per pubblicizzare un partito od un esponente politico;
  • gli insulti di qualsiasi genere, mentre le eventuali critiche devono essere rispettose delle idee altrui e sempre nei limiti del commento e non dell’insulto;
  • le apologie di ideologie politiche, religiose, o qualsiasi enfatizzazione di superiorità di una razza, etnia, nazionalità, religione, ideologia o credo religioso;
  • l’inserimento di link di carattere commerciale con scopi di lucro;
  • le comunicazioni scritte e le discussioni non dovranno essere in nessun caso di contenuto politico e propagandistico né riferirsi direttamente o indirettamente alla politica o a personaggi del mondo politico;
  • sono da evitare atteggiamenti sarcastici e denigratori, in modo da rendere il clima delle discussioni più sereno possibile;
  • è vietato infine postare link riconducibili a siti con contenuto pornografico, pedopornografico, malware o virus in genere.

Vigilanza sui contenuti e responsabilità degli utenti

Ogni singolo utente del servizio di Facebook deve tenere un comportamento rispettoso dell’etica e delle norme di buon uso dei servizi di rete ed è direttamente responsabile, civilmente e penalmente, a norma delle vigenti leggi, per l’uso fatto del servizio. La responsabilità – si legge sul regolamento dell’Istituto Comprensivo “G. Troccoli” di Lauropoli – Cassano all’Ionio (CS) – si estende anche alla violazione degli accessi protetti, del copyright e delle licenze d’uso. I controlli possono essere fatti al momento e/o a campione, anche in tempi successivi e qualsiasi comportamento ritenuto non ammissibile alla luce dei regolamenti verrà punito. Stante la difficoltà materiale di monitorare integralmente tutti i contenuti, si auspica un aiuto concreto da parte di tutti gli utenti al fine di creare un’atmosfera serena e amichevole. Pertanto, eventuali comportamenti non compatibili con il suddetto regolamento andranno segnalati all’amministratore. Il gestore potrà, a sua discrezione, modificare, rifiutare di inserire o rimuovere ogni materiale che giudica essere in violazione delle precedenti norme.

La gradualità dei provvedimenti

I provvedimenti narrati al precedente capoverso dell’articolo seguiranno una gradualità a seconda della violazione e/o abuso commesso consisteranno in particolare:

  • Nel ravvisare il soggetto che contravviene alle regole sopraccitate, via mail, riportando il contenuto di questo regolamento ed indicandogli la violazione. Si provvederà al contempo ad eliminare il post o commento incriminato che riterrà offensivo o lesivo rispetto alle norme del vigente regolamento;
  • Nel caso di reiterate violazioni e/o abusi il gestore provvederà a bloccare il profilo del soggetto inadempiente.

WhatsApp
Telegram

Concorso docenti 2024/25, bando a novembre: corso di formazione Eurosofia. Webinar di presentazione il 26 luglio ore 17.00