“Se vinciamo, pagheremo gli insegnanti come nel resto d’Europa”. La promessa di Letta (PD)

WhatsApp
Telegram

“Mi prendo l’impegno: se vinciamo, a fine legislatura, gli insegnanti saranno pagati con una retribuzione che sarà la media di quella degli altri insegnanti europei”.

Così il segretario del Pd, Enrico Letta, a Filo rosso su Rai3. “E’ una cosa che vorrei fortissimamente per la fine della legislatura, nel 2027. L’Italia è uno dei Paesi che paga gli insegnanti di scuola media o superiore di meno di tutti gli altri”.

O meglio – precisa – all’inizio della carriera è un pochino meno, poi, andando avanti, negli altri Paesi lo stipendio cresce. In Italia praticamente resta uguale“.

Si tratta del secondo intervento in una sola giornata che il PD riserva alla scuola: infatti, in mattinata, era arrivata la presa di posizione dei dem sulla questione docente esperto: “È profondamente sbagliata la qualifica professionale di “docente esperto” che introduce una forma di carriera senza alcun confronto con le forze sociali, le associazioni dei docenti e al di fuori della sua sede naturale che è la contrattazione collettiva. Per questo, ne chiederemo lo stralcio dal decreto Aiuti bis”, così la capogruppo al Senato, Simona Flavia Malpezzi, che nel suo intervento fa riferimento anche alla situazione retribuzioni: “Si tratta di un intervento non rinviabile e per questo chiediamo che si integri l’atto di indirizzo con le materie previste dal PNRR in ordine alla formazione in servizio e si chiuda il nuovo contratto, con l’incremento delle retribuzioni. Questo è un gesto concreto per dare centralità all’istruzione pubblica”, così conclude la senatrice.

WhatsApp
Telegram

“Come compilare il nuovo pei pagina dopo pagina”. Corso tecnico/pratico di Eurosofia a cura di Evelina Chiocca, Ernesto Ciracì, Walter Miceli