Pagelle e registri on line realtà non fantascienza

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

Prof. Antonio Gaeta – Salve. Ho letto l’articolo Pagelle online e registri online? Quando la fantascienza diventa legge . Sinceramente, non posso condividere un articolo del genere, con particolare riferimento al seguente periodo.

Prof. Antonio Gaeta – Salve. Ho letto l’articolo Pagelle online e registri online? Quando la fantascienza diventa legge . Sinceramente, non posso condividere un articolo del genere, con particolare riferimento al seguente periodo.

"Parlo di fantascienza perchè chi conosce la scuola, chi vive la scuola, chi partecipa attivamente ai processi di edificazione di una scuola degna di tal nome, è ben consapevole che non bastano due norme per rivoluzionare il funzionamento della burocrazia della e nella scuola e visto il tentativo di rendere come obbligatorie delle disposizioni figlie di una idea altamente tecnologica in un Paese arretrato come il nostro, come si può non ricondurre tale situazione in qualche trama di un romanzo di fantascienza?

Io dirigo un istituto nel Reatino. Da noi è da maggio del 2011 che pagelle, voti, assenze e ritardi sono on line. E’ vero che il server di ARGO – Scuolanet a volte ha dato problemi per aggiornamenti, ma il sistema ormai è stabile da tempo. Sempre restando alla normalissima scuola di provincia che dirigo, le nostre comunicazioni con le famiglie sono spesso via SMS, abbiamo usato Facebook durante l’emergenza neve … e non ci vedo nulla di eccezionale.

Utile precisare che operiamo con una segreteria con una elevata età media e con organico ridotto per la presenza di ex CoCoCo e, soprattutto, che non siamo i soli. Per quello che ne so anche le altre scuole sono più o meno allo stesso livello e anche in Puglia, Sicilia e Campania (per quello che mi arriva) ci sono scuole che NORMALMENTE offrono questo servizio. Elementari incluse.

Immagino che contattando Scuolanet possiate avere dal loro personale commerciale almeno il numero e la distribuzione delle scuole che hanno adottato questo sistema e, naturalmente, ci sono altre ditte che operano nel settore.

Per concludere, da quello che mi arriva dal mondo sindacale anche in sede di contrattazione, non mi sembra che la compilazione di un registro in elettronico anzichè su cartaceo sia considerata – alla stessa stregua di altre analoghe operatività evolutesi con la tecnologia informatica – un aggravio od una eccezionalità, savlo quanto inerente l’implementazione e la gestionalità amministrativa.

Dunque, mi piacerebbe comprendere di quale fantascienza intenda parlare l’autore dell’articolo: le nostre scuole usano le tecnologie del presente, non quelle del futuro, e noi ci sentiamo ordinariamente umani.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito