Pagelle con emoticon sì, ma affiancati a codici linguistici di lingua italiana. Lettera

Lettera

inviata da Anna Maria Lo Piccolo  Dirigente Scolastico Emerito   – Molto brevemente le esprimo quanto ritengo prudenziale in una prima fase attuativa, pur se sperimentale, circa l’utilizzo di emoticon, ovvero di faccine
nell’uso valutatativo/autoritativo delle performances e competenze degli allievi:

essendo opportuno e culturalmente auspicabile che gli alunni non perdano mai il riferimento al cartaceo, in specie al libro, e quindi alla cultura in tutte le sue applicazioni e esperienze linguistiche che gli studenti dovrebbero esperire, più o meno “grandi”, ovviamente con gli opportuni adattamenti metodologico/didattico, si auspica la parallela associabilita’ della faccina con codici linguistici di lingua italiana e perché anche di lingua inglese
essendo, peraltro prevista, nei curricoli nazionali.
Ringraziandola, spero che la mia possa costituire contributo utile.
Niente più pagelle, arrivano i voti con emoticon: sperimentazione a Modena

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia