Pagano (PDL), no misure contro scuola o governo rischia

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

comunicato stampa – ‘I risparmi e l’aumento delle entrate che la nuova legge di stabilita’ dovrebbe comportare per il bilancio dello Stato rischiano, invece, di tradursi in un ingiusto svantaggio ai danni di alcune categorie di cittadini, come insegnanti e studenti’. E’ quanto afferma, in una nota, il deputato del Pdl Alessandro Pagano.

comunicato stampa – ‘I risparmi e l’aumento delle entrate che la nuova legge di stabilita’ dovrebbe comportare per il bilancio dello Stato rischiano, invece, di tradursi in un ingiusto svantaggio ai danni di alcune categorie di cittadini, come insegnanti e studenti’. E’ quanto afferma, in una nota, il deputato del Pdl Alessandro Pagano.

‘L’aumento delle ore di insegnamento per i docenti di ruolo previsto dalla legge di stabilita’ – prosegue – e’ una misura che non puo’ essere affatto condivisa, in primo luogo perche’ le retribuzioni degli insegnanti, attualmente le piu’ basse d’Europa, resterebbero invariate; in secondo luogo per le inevitabili ripercussioni sul livello della didattica e la qualita’ dell’insegnamento, che verrebbero irrimediabilmente compromessi’. ‘

Diciamo no a questa  particolare misura – sottolinea – perche’ fortemente preoccupati sia per il futuro del nostro corpo docenti, destinatario di interventi assolutamente non in linea con gli standard europei, sia per il futuro dei nostri giovani, i quali necessitano di insegnanti che li preparino ad affrontare in modo adeguato le sfide poste dal nostro tempo’.

‘Per questo – conclude – chiediamo al governo una risposta esaustiva su questi punti, cosi’ come sul nodo ancora irrisolto dei precari, e interventi che finalmente valorizzino il ruolo degli insegnanti e dell’insegnamento. Diversamente, non potremo garantire il nostro sostegno a questo esecutivo’.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur