Pagamento supplenze brevi. Diciannove euro sul conto, ma il MIUR assicura che i soldi ci sono

Stampa

Una precaria della scuola primaria denuncia al Gazzettino di essere rimasta con 19 euro sul conto, perché l’ultimo stipendio risale al mese di aprile.

Le hanno detto che è tutto sospeso per motivi burocratici, in realtà la docente crede che non ci siano fondi.

I fondi per le supplenze ci sono, nessuna mancanza di copertura sui capitoli di bilancio del Miur, dicono al ministero, i ritardi relativi al pagamento dello stipendio di maggio e giugno dipendono da un problema procedurale in via di risoluzione. I pagamenti saranno effettuati entro il 20 luglio.
Le risorse sono già presenti nei Pos a copertura del pagamento degli stipendi delle supplenze brevi e saltuarie e la procedura NoiPa ha già creato il cedolino di pagamento dei contratti che si trovano nello stato di ‘Autorizzato pagamento’, ribadiscono al ministero.

Aspettiamo di verificare: oggi è il 18 luglio, la scadenza del termine di attesa è il 20, tra due giorni.

Stipendio supplenze brevi, chi lo riceverà nei prossimi giorni. Miur rassicura: soluzione in corso    

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur