Pagamento scatti stipendiali 2014, deciderà il Consiglio dei Ministri. Conferma stop a prelievo 150 euro, ma stipendi caleranno

di redazione
ipsef

red – Con una nota odierna il Palazzo Chigi ci informa che il DPR 122 del 2013 prevede il blocco degli scatti di anzianità dal 2013.

red – Con una nota odierna il Palazzo Chigi ci informa che il DPR 122 del 2013 prevede il blocco degli scatti di anzianità dal 2013.

Di conseguenza, lo stipendio di Gennaio verrà calcolato con criteri che obbediscono al DPR, quindi con un importo inferiore rispetto a Dicembre.

Lo stesso Dpr prevedeva il recupero degli eventuali debiti per un importo massimo mensile di 150 euro lordi, procedura, quest’ultima che è stata bloccata a seguito di un accordo tra  il ministero dell’Economia e delle Finanze e dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

La copertura finanziaria del mancato rientro sarà garantita utilizzando il fondo di istituto, la somma necessaria è di 300milioni di euro.

Per quanto riguarda il 2014, dice la nota, il pagamento degli scatti potrà essere assicurato a seguito delle decisioni che verranno assunte nel prossimo Consiglio dei ministri per gli insegnanti che ne abbiano beneficiato nell’anno 2013.

Vedi anche

Scatti 2012. Gilda: conciliazione fallita, sciopero sempre più vicino

Salvi stipendi personale scuola. Galletti conferma prelievo dal fondo di istituto. 300 milioni la somma messa a disposizione dal Miur

Versione stampabile
anief
soloformazione