Argomenti Consulenza fiscale

Tutti gli argomenti

Pagamento pensione gennaio, in anticipo o no? In banca il 4 gennaio

WhatsApp
Telegram

Pagamento in anticipo delle pensioni in forse, per chi riceve l’accredito in banca solo il 4 gennaio.

Per le pensioni di gennaio ancora non ci sono indicazioni da parte di Poste Italiane sull’eventuale pagamento in anticipo.

Questa modalità, scaglionata e anticipata, è stata adottata dall’inizio della pandemia per evitare assembramenti e, di fatto, chi ha accredito sul conto corrente postale o ritira la pensione in contanti allo sportello di Poste Italiane, riceve la pensione in anticipo sulla base di un calendario determinato dall’iniziale del cognome.

Lo stato di emergenza, attualmente, scade il 31 dicembre 2021 e si suppone che se non dovesse essere ulteriormente prorogato si tornerebbe ai pagamenti tradizionali delle pensioni, ovvero il primo giorno bancabile per tutti. Resta, quindi, l’incertezza del pagamento anticipato, visto che lo stesso è legato all’eventuale proroga dello Stato di emergenza (di cui, tra l’altro, si sta decidendo proprio in queste ore).

E’ lecito pensare, però, che proprio in virtù del fatto che l’Italia è in piena quarta ondata di contagi da COVID, non solo che lo stato di emergenza possa essere prorogato ma anche che Poste Italiane proceda, entro breve, alla comunicazione con le date del pagamento (a seguito di ordinanza al riguardo).

Per chi riceve l’accredito della pensione in banca, invece, nulla cambia e la somma sarà disponibile solo a partire dal primo giorno bancabile che, nel caso di gennaio slitta, però, al secondo giorno bancabile e, quindi, al 4 gennaio 2022.

WhatsApp
Telegram
Consulenza fiscale

Invia il tuo quesito a [email protected]
I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio.

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur