TFA: a Padova frequenza lezioni al 100%. Lettere in redazione su TFA speciali

di Lalla
ipsef

red – Da Padova ci viene segnalata una interpretazione restrittiva sul numero di assenze possibili nella frequenza dei corsi. Numerose le lettere in redazione sull’avvio dei TFA speciali. Desta allarme la mancata possibilità di poter accedere ai corsi se già in possesso di altra abilitazione.

red – Da Padova ci viene segnalata una interpretazione restrittiva sul numero di assenze possibili nella frequenza dei corsi. Numerose le lettere in redazione sull’avvio dei TFA speciali. Desta allarme la mancata possibilità di poter accedere ai corsi se già in possesso di altra abilitazione.

Avrei potuto partecipare al TFA ordinario, ma aspetto lo speciale
Mena – Sono una precaria di III fascia che ambisce a partecipare al TFA Speciale. Io ho più dei fatidici 360 giorni, anche se non distribuiti in 3 anni. Non ho partecipato all’ordinario volutamente perché aspetto lo speciale, dato che c’è una legge che lo prevede.

Non è scuola di qualità quella che non permette al docente di abilitarsi
Maria – Gentile redazione, sono una docente di III fascia delle graduatorie d’istituto. Ho un’abilitazione all’insegnamento per la classe di concorso A019 conseguita con concorso ordinario a cattedra bandito nel 1999 e sono iscritta nella graduatoria provinciale da ben 10 anni. Non ho mai ricevuto una proposta di supplenza per tale classe di concorso né dal CSA né dai dirigenti scolastici poiché classe in esubero.

TFA a Padova: richiesta la presenza per il 100% delle lezioni
Iliana – Gentile redazione, secondo quando riferito dal coordinatore del corso del TFA di Padova e dalla segreteria didattica, occorre seguire il 70% di ogni singola materia. Questa interpretazione della norma non permetterebbe, in effetti, di assentarsi nemmeno una volta in quanto la maggiorparte delle lezioni sono organizzate su 3 giornate.

TFA: vietato l’accesso a chi ha troppo titoli?
Mario – Non riesco a trovare un senso al divieto di accesso ai Tfa speciali verso chi ha già una abilitazione. Ho frequentato Didattica della Musica. Non riesco a lavorare su Educazione Musicale per le graduatorie stracolme.

TFA: prima di criticare il percorso speciale, riflettiamo su quanto pesa il servizio nelle graduatorie dell’ordinario
mg – In risposta a Claudia: ho letto con un sorriso quello che ha scritto, facendo parte anche io dei papabili fruitori dello speciale avendo 4 anni di insegnamento sempre sulla stessa classe di concorso e quest’anno mi accingo ad iniziare il quinto, io ho tentato il tfa ordinario e stò ancora aspettando di sapere come è andato lo scritto e sinceramente a questo punto potrebbe essere anche superfluo.

Serve a ben poco sapere senza saper insegnare!
Serena Mangiagalli – Gent.ma redazione sono una docente di lettere di terza fascia che insegna dal 2007 ed ha pienamente raggiunto i requisiti necessari per accedere al TFA speciale. A chi sostiene che per il conseguimento dell’abilitazione sia necessaria una preliminare verifica delle competenze acquisite mi sento di rispondere che le mie (e quelle di tutti i colleghi) sono state ampiamente valutate e dimostrate durante il mio percorso di studio universitario.

Necessari TFA per chi permette alle scuole di non cadere nel caos
Piero – Gentile Redazione, in merito alla questione dei TFA speciali, vorrei ricordare a tutti coloro che prima dell’attivazione dei TFA ordinari facevano altro che grazie al lavoro di tantissimi docenti non abilitati, le scuole non sono cadute nel caos: queste persone hanno conquistato sul campo, con il duro lavoro, il diritto ad abilitarsi.

Attendo da 10 anni che lo Stato riconosca le mie abilità e competenze
Ing. Davide Fabris – Sono un Ingegnere Meccanico che da molti anni prova ad essere e ad abilitarsi insegnante. Prima ho dovuto subire le umiliazioni di sei anni di vita universitaria, perchè mea culpa, mi era laureato in tempo e con il massimo dei voti. Dottorando prima e Ricercatore poi con assegno un anno dopo l’altro finchè finiti i fondi arrivederci e grazie…

TFA speciale o ordinario, io riuscirò a diventare insegnante
Valentina Basso – Insegno da sei anni a Torino in qualità di docente precaria, reclutata cioè dalle graduatorie di terza fascia d’ Istituto. Mi sono laureata nel 2006 con il massimo dei voti presso la facoltà di lettere e filosofia dell’ Università degli Studi di Salerno e come molti miei conterranei nel 2006 ho deciso, per cercare lavoro, di “espatriare” e trasferirmi a Torino. La speranza era sia quella di far fruttare al meglio tutti i soldini che i miei genitori avevano speso per farmi laureare, sia quella di far valere tutto il tempo che ho perso sui libri a studiare per raggiungere quel 110 e Lode tanto agognato.

TFA speciali per docenti “privi di qualsiasi abilitazione” Un’ingiustizia intollerabile!
Emanuela – Gentilissimi, ho letto con apprensione la nuova bozza di modifica al tfa speciale che, a quanto pare, sarebbe interdetto a chi ha già una qualsiasi altra abilitazione.

www.diventareinsegnanti.orizzontescuola.it

La pagina Facebook DiventareInsegnanti OrizzonteScuola

Il forum

Versione stampabile
anief
soloformazione