Pacifico (Anief) incontra Azzolina: call veloce anche da Graduatorie istituto, banca dati quesiti concorso straordinario, riapertura Gae e corsi abilitanti [INTERVISTA]

Stampa

Concluso l’incontro con la Ministra Azzolina, il Presidente Anief Marcello Pacifico comunica quanto richiesto al tavolo. 

Presidente, quali sono le urgenze che avete presentato alla Ministra nel primo incontro, di carattere intelocutorio?

Bisogna prendere atto delle problematiche del precariato e trovare delle soluzioni che garantiscano un avvio ordinato del prossimo anno scolastico.

Le nostre richieste sono state:

Estensione della call veloce alle nuove graduatorie di istituto provinciali in attesa dell’espletamento dei nuovi concorsi ordinari e straordinari per l’assunzione del personale anche di seconda e terza fascia.

Conferma dei ruoli per i docenti assunti con clausola rescissoria

Estensione dell’accesso al nuovo concorso riservato per il personale docente dell’infanzia, primaria, religione cattolica, con servizio presso scuole paritarie e IefP

Non va poi dimenticato l’avvio immediato di un piano massiccio di immissione in ruolo per il personale Ata, anche nei profili professionali superiori mai attivati pur essendo previsti dal contratto.

Bisognare retrodatare l’assunzione degli idonei dell’insegnamento di religione cattolica al 2008, mentre sul sostegno dovrà essere adeguato l’organico di fatto a quello di diritto con posti in deroga relegati in base a eccezionali necessità, garantendo la determinazione degli organici in base alle richieste del PEI.

Sono in arrivo i bandi di concorso, quali le vostre richieste in merito? 

I dettagli dei bandi – compresa la tabella di valutazione dei titoli – saranno affrontati nei tavoli tecnici che saranno convocati a breve.  A questo livello la nostra richiesta è quella di una banca dati per i quesiti della prova scritta del concorso straordinario secondaria, come già avvenuto per il concorso Dirigente Scolastici.

Corsi abilitanti, quale la vostra richiesta? 

La Ministra si è detta disponibile all’apertura del tavolo sulle abilitazioni, ma solo dopo un confronto con la maggioranza, per un’idea comune sul percorso da proporre.

Noi siamo dell’idea che il percorso di abilitazione debba essere slegato dalla selezione in entrata, così come pensato nel concorso straordinario. Bisogna dare a tutti i docenti con 36 mesi di servizio di accedere al percorso.

In ogni caso rimaniamo dell’idea che accanto ai percorsi ordinari di abilitazione, la riapertura delle Graduatorie ad esaurimento rimane l’unica strada percorribile per non alimentare nuovo precariato.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia