Pace in Mozambico, firmata a Roma 25 anni fa. Fedeli: “Non c’è conflitto che non possa essere superato”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Miur – Venticinque anni fa il Mozambico firmava a Roma l’accordo di pace che chiudeva una lunga guerra civile. “Un accordo raggiunto – ricorda la Ministra dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Valeria Fedeli – grazie alla mediazione italiana, attraverso una modalità di collaborazione istituzionale e non istituzionale che ha visto in primo piano, nel lungo processo negoziale, la Comunità di Sant’Egidio.

Una modalità specifica che oggi viene ancora studiata come vero e proprio modello di risoluzione delle crisi. La pace in Mozambico ha dimostrato che non c’è conflitto che non possa essere superato: puntando a ricostruire la fiducia, a mettere da parte le ragioni che portano alle divisioni, si può porre fine a lunghi e sanguinosi scontri.

Il dialogo e la consapevolezza dell’importanza della pace sono stati la chiave di questo successo internazionale. Dal quale apprendiamo una lezione di responsabilità: – conclude Fedeli – siamo tutte e tutti coinvolti nella costruzione della pace, anche quando ci sembra che i conflitti siano distanti da noi”.

Roma, 4 ottobre 2017

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione