P.Bruni: nelle scuole italiane Pirandello è studiato male

di redazione
ipsef

“A 150 anni dalla nascita di Pirandello le scuole italiane parlano ancora di Forma e Relativismo”

Un atto di accusa di Pierfranco Bruni per non aver celebrato Pirandello a 80 anni dalla morte e per continuare a trattarlo con vecchi metodi stereotipati.

“La scuola italiana, gli Istituti superiori, hanno poca conoscenza e dimestichezza con l’opera di Pirandello Si trasmettono nozioni e visioni letterarie che sono completamente superate da una critica profonda che va oltre la forma e il relativismo. Un Pirandello arabo, linguista, conoscitore dell’Islam e della metafisica sciamanica e soprattutto di una cultura esoterica è completamente distante da come viene sviluppato nelle scuole italiane che sono rimaste ancorate ad antichi pregiudizi”. È ciò che ha affermato Pierfranco Bruni sia a Martina Franca che durante il Festival Internazionale delle Culture di Pesco Sannita parlando davanti a un folto pubblico di alunni del Liceo Classico e di docenti.

Sia a Martina Franca (Cfr, il Video Intervista di Daniela Rubino: ( https://www.youtube.com/ watch?v=Oy9p9ZeoyW0 ) che nel corso del seminario di studi sulla letteratura del Novecento di Ethnoi delle Culture Internazionali Pierfranco Bruni ha annunciato le celebrazioni pirandelliane a 150 anni della nascita. Temi affascinanti e importanti sono emersi dalle Giornate Internazionali della cultura delle etnie a Pesco Sannita. ETHNOI. Relazioni che hanno toccato aspetti storici ed Etnoantropologici.

Un seminario su Pirandello e il mondo arabo ha caratterizzato tra l’altro le giornate con un video di Anna Montella su Pirandello e la relazione di Pierfranco Bruni. Un appuntamento affollatissimo di studenti e docenti ha sorpreso anche gli stessi organizzatori. Un fuori programma ma che è stato pedagogicamente utile sia sul piano letterario che antropologico.

Il video ( https://www.youtube.com/ watch?v=vrzdqIxu5Ws ) di Anna Montella che è stato molto apprezzato ha permesso di aprire una vasta dialettica. Per l’occasione Pierfranco Bruni ha annunciato che le celebrazioni pirandelliane continueranno per tutto il prossimo anno.

Infatti il 2017 cadranno i 150 dalla nascita di Pirandello. Il video ha reso omaggio ad un Pirandello non conosciuto che nasce dal libro originale edito da NEMAPRESS di Pierfranco Bruni dal titolo: “Il tragico e la follia”.

Nei prossimi mesi vedrà la luce una nuova edizione accresciuta del racconto di Pirandello di Pierfranco Bruni.  Il libro di Pierfranco Bruni rompe con degli schemi antologici e porta sulla scena gli studi di Corrado Alvaro e di Nino Borsellino dedicati a Pirandello.

Il Sindacato Libero Scrittori dedicherà a dicembre a Roma due intense giornate scientifiche alla figura e alle originalità di Luigi Pirandello e l’Associazione Internazionale dei Critici si soffermerà su Pirandello in un Seminario internazionale in Sicilia nel mese di gennaio 2017.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione