Orologio marcatempo per il personale ATA: un esempio di regolamento

WhatsApp
Telegram

Nell’ambito del Pubblico impiego si intende per orario regolare di lavoro si intende il periodo di tempo giornaliero nel corso del quale il dipendente assicura la propria prestazione lavorativa nell’alveo del rapporto di servizio con il proprio datore di lavoro. Per orario di servizio, si intende, dunque, l’arco temporale giornaliero indispensabile per assicurare l’efficienza delle strutture degli uffici pubblici e la fornitura dei servizi all’utenza, in questo caso scolastica.

L’orario di servizio del personale ATA

L’orario regolare di lavoro del personale ATA, è disciplinato dall’Art 51 del CCNL, e viene fissato in 36 ore settimanali frazionate in sei ore continuative salvo diversa organizzazione settimanale delle scuole (in 5 giorni settimanali, ad esempio). in sede di contrattazione integrativa d’istituto vengano modulate le articolazioni dei diversi istituti di flessibilità dell’orario di lavoro: tra queste, ad esempio, la disciplina dei ritardi, dei recuperi e dei riposi compensativi sulla base di alcuni criteri:

  • miglioramento della qualità delle prestazioni;
  • l’orario di lavoro è adeguato all’orario di servizio e di apertura all’utenza;
  • Miglior utilizzo dell’impiego delle risorse umane;
  • progresso dei rapporti funzionali con altri uffici ed altre amministrazioni;
  • estensione della fruibilità dei servizi da parte dell’utenza;
  • pianificazione su base di più settimana dell’orario constatata la congruenza rispetto al POF e adottato il piano delle attività, si applicano e coesistono le seguenti modalità di prestazione dell’orario di lavoro, come regolate dall’art. 53 CCNL.

La registrazione dell’orario di servizio

La registrazione del servizio prestato da tutto il personale ATA mediante programma di gestione dell’orario (orologio marcatempo), si legge nel brillante regolamento dell’Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore «Gian Tommaso Giordani» di Monte Sant’Angelo (FG) presieduto dal DS dott. Grazia Anna Russi, vero esempio di manager, è amministrata dalla Segreteria Amministrativa per il personale, in accordo con il DSGA. Ciascun dipendente mensilmente riceverà il riepilogo della propria situazione debitoria/creditoria di ore di servizio. Per ogni eventuale chiarimento potrà rivolgersi al D.S.G.A. o a un suo delegato. In caso di fallita timbratura, o che la stessa sia stata impossibile per ragioni tecniche o esterne alla scuola (mancanza di luce, di collegamento internet), il personale è tenuto ad avvisare con assoluta tempestività il D.S.G.A., (anche telefonicamente oltre che per le vie formali come previste, comunque, da ciascun istituto) e a compilare l’apposito modulo ove riportare i motivi della mancata timbratura.

Smarrimento, rottura o deterioramento del tesserino

Lo smarrimento o la rottura del tesserino magnetico devono essere tempestivamente comunicati per iscritto alla Segreteria Amministrativa che provvederà alla sostituzione. Il dipendente, si legge nel brillante regolamento dell’Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore «Gian Tommaso Giordani» di Monte Sant’Angelo (FG), che si allega all’articolo come esempio di eccellente pratica, è responsabile della integrità della scheda che non potrà essere consegnato ad altri per nessuna ragione e motivazione.

Il lavoro straordinario del personale ATA

Il lavoro straordinario del personale ATA, si legge nel brillante regolamento dell’Istituto Statale di Istruzione Secondaria Superiore «Gian Tommaso Giordani» di Monte Sant’Angelo (FG) presieduto dal dirigente scolastico Grazia Anna Russi, deve essere dimostrato con timbrature in entrata e uscita, informando anticipatamente al DSGA o al suo sostituto. Ai fini del conto dello straordinario nell’ambito del mese di riferimento non saranno valutate le prestazioni inferiori al quarto d’ora.

Non dovrebbero essere ammesse tolleranze all’orario di lavoro

Non sono ammesse, a livello normativo e contrattuale, tolleranze all’orario di lavoro, salvo diverse disposizioni derivanti da leggi o da normative contrattuali.

Le esigenze di diversa modulazione dell’orario di servizio

Il personale ATA che per motivi familiari e/o personali hanno bisogno di una differente variazione dell’orario di servizio, possono fare richiesta per iscritto al DSGA e al DS dell’Istituto che autorizzeranno per iscritto l’orario di servizio rimodulato che comunque non potrà essere di nocumento alle normali attività didattiche.

Regolamento-marcatempo

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur