“Docenti ormai burocrati al servizio di una macchina che sta distruggendo l’insegnamento”. L’affondo dell’accademico

WhatsApp
Telegram

“Ormai di intellettuali ne sono rimasti pochi. I docenti sono ormai burocrati al servizio di una macchina che sta distruggendo il livello di insegnamento”.

Così, senza tanti giri di parole, il docente, scrittore e accademico presso l’Università della Calabria, Nuccio Ordine, intervistato da LaC News 24: “Quello che è importante oggi è solo il potere economico che uno può avere. Far leggere i classici dovrebbe essere il compito delle scuole e delle università, – continua il docente – ma sempre più i programmi sono verso la lettura di strumenti che parlano dei classici senza aver letto i classici. La maniera migliore per far amare i classici è farli leggere”.

Sul concorso scuola afferma: “Fondare i concorsi sui quiz è fallimentare, non è attraverso questo sistema che si selezionano i migliori professori. Il ruolo del docente è sempre più squalificato. I professori italiani guadagnano meno rispetto agli altri paesi europei. Cinquant’anni fa il docente era una persona da rispettare perché la cultura era tenuta in gran conto, oggi stiamo assistendo a una demolizione. Invece il mestiere dell’insegnante è straordinariamente importante”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur