Orientare gli studenti alla chimica: tablet e premi fino a 2.000 euro per scuole primarie e secondarie di I grado

di redazione

item-thumbnail

In occasione dell’Anno della Tavola periodica degli elementi di Dmitrij Mendeleev indetto dall’ONU per il 2019, Federchimica e il Miur hanno bandito il concorso “Chimica, la scienza che muove il mondo”, edizione speciale del Premio Federchimica Giovani per l’anno scolastico 2018/2019.

Il Premio, dedicato in prima battuta agli studenti e alle classi (o gruppi) delle scuole secondarie di I grado italiane, ma anche in parte agli studenti della scuola primaria (che possono concorrere in 2 delle 18 categorie di concorso), vuole promuovere l’amore per la chimica. Si tratta di “una scienza” dal ruolo sempre più attuale, in considerazione del suo supporto nella lotta mondiale contro l’inquinamento e in favore della promozione della sostenibilità. Ma attenzione: la chimica è anche un settore particolarmente appetibile per trovare lavoro: lo dicono i dati previsionali del sistema informativo Excelsior Unioncamere, dove l’Ingegnere chimico è piuttosto richiesto dalle aziende, ma difficilmente riescono a trovarne per mancanza di candidati. Qui i dati sui settori in cui ci sono maggiori opportunità di lavoro

Per partecipare al concorso gli studenti devono produrre un’opera che rifletta proprio sul rapporto tra chimica, inquinamento e sostenibilità, tramite una delle seguenti modalità di espressione:

  • Racconto di fantasia
  • Articolo o intervista
  • Presentazione in power point
  • Video o videointervista

Ci sono decine di premi in palio tra tablet (per i singoli studenti che risulteranno vincitori) e buoni da 2.000 euro per l’acquisto di materiale didattico nelle scuole (per i gruppi scolastici). Insomma, proprio una bella iniziativa da portare nelle classi!

Maggiori informazioni sul concorso sono disponibili a questi link.

Versione stampabile
Argomenti: