Orientare allo sport con un concorso per scuole: viaggi premio ai vincitori

di redazione

item-thumbnail

Secondo quanto riportato in una recente rilevazione da EUROSTAT, nel territorio dell’Unione Europea il numero degli occupati legati al mondo dello sport sarebbe negli ultimi anni in costante crescita. Si parla di un totale di circa 1 milione e 800 mila addetti (lo 0,8% sul totale degli occupati), con un incremento che negli ultimi 5 anni ha toccato un valore pari al +3,5%.

Un settore, quello dello sport, in grado di offrire occupazione in maniera privilegiata alle fasce più giovani della popolazione, visto che ben il 38% dei suoi impiegati è collocabile nella fascia d’età 15-29 anni, una percentuale doppia rispetto a quella che si registra nella media generale di tutti i settori.

Non è peregrino sostenere, allora, che il settore sportivo sia un settore per giovani. Proprio per questo, orientare studentesse e studenti già nelle scuole allo sviluppo della cultura sportiva può rappresentare un ottima strategia anche per indirizzarli verso un segmento del mondo del lavoro che in Europa dimostra una decisa vitalità.

Un modo per stimolare lo sviluppo nei più giovani di una tale cultura sportiva è rappresentato per esempio dal concorso “Onesti nello sport”, iniziativa organizzata dalla Fondazione Onesti nello sport – Accademia Olimpica Nazionale Italiana con il MIUR e il CONI.

Il concorso, che come tema centrale ha il connubio tra “Sport e ambiente”, è quest’anno giunto alla sua IX edizione ed è rivolto in particolare a studentesse e studenti della scuola secondaria di II grado: ai fini della partecipazione, è richiesto loro di produrre “in squadra” video musicali o stories sul tema indicato.

I vincitori del concorso (una squadra per i video e una per le “stories”) saranno premiati con un viaggio premio della durata di 5 giorni, che darà loro la possibilità di assistere durante il 2020 a un evento sportivo.

Per aderire al concorso e iscriversi c’è tempo fino al 31 gennaio 2020 (maggiori informazioni e la documentazione completa sono disponibili qui).

Versione stampabile
Argomenti: