Orientare alle professioni dell’Europrogettazione: un concorso per scuole premia le classi con un volo a Bruxelles

La nuova presidentessa della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, ha manifestato l’intenzione di organizzare nel 2020 una Conferenza sul futuro dell’Europa

In particolare, ha parlato di dare spazio alla voce dei più giovani sulle tematiche afferenti alla nuova Programmazione Europea 2019-2024, recentemente adottata, che dirigerà i lavori dell’Unione secondo punti programmatici tesi a definire, tra le altre cose, una rinnovata spinta dei Paesi membri in termini green e digital.

Per supportare la nuova Programmazione, gli Stati UE dovranno dotarsi di professionisti in grado di rendere con azioni concrete l’indirizzo programmatico tramite progettazioni nazionali adeguate. In tal senso, offrire agli studenti delle scuole superiori i principali strumenti per comprendere le nuove intenzioni manifestate dall’Unione con la Programmazione 2019-2024 sembra essere un interessante modo per stimolarli al futuro inserimento nel mercato del lavoro nel settore dell’Europrogettazione.

Per far ciò, il MIUR e il Dipartimento per le Politiche Europee del Consiglio dei Ministri hanno recentemente pubblicato un bando di concorso rivolto a studentesse e studenti delle scuole secondarie di secondo grado di tutto il territorio nazionale.

Si tratta di “Comunica l’Europa che vorresti”, un concorso in cui viene richiesto alle classi di riflettere sule principali linee della nuova Programmazione al fine di sviluppare un’idea di UE condivisa e innovativa per affrontare le nuove sfide che attendono gli Stati membri.

Si partecipa producendo video di massimo 3 minuti ripresi con smartphone, videocamere o altri strumenti digitali. Un’apposita commissione selezionerà 3 video tra tutti quelli pervenuti, premiando le classi autrici degli stessi con una dotazione in denaro pari a 21.000 euro in totale. Tale quota servirà per finanziare un viaggio premio a Bruxelles, in cui gli studenti e le studentesse potranno visitare le istituzioni dell’Unione.

Qualora però le classi vincitrici siano impossibilitate a viaggiare a Bruxelles, la stessa quota in denaro potrà essere utilizzata dagli Istituti di appartenenza per l’acquisto di materiale didattico finalizzato all’approfondimento della conoscenza delle Istituzioni e delle politiche europee (maggiori informazioni sul concorso e il bando completo sono disponibili qui).

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia