Orientamento, trovare il lavoro giusto e la formazione adatta a noi con i test psicoattitudinali

di redazione

item-thumbnail

La ricerca di lavoro rappresenta spesso, per molte persone, un percorso a ostacoli. Ostacoli che possono presentarsi anche durante il percorso formativo, quando si è impegnati ad apprendere nozioni e competenze e conseguire un titolo di studi o di qualifica professionale capace di aprirci le porte del mondo delle professioni.

Ostacoli che talvolta hanno a che fare non tanto con la difficoltà “oggettiva” del percorso formativo stesso in cui si è impegnati, bensì con la propria predisposizione ad affrontarlo. Stesso dicasi per la vera e propria ricerca di lavoro: spesso non sono soltanto le condizioni del mercato del lavoro a tenerci lontano da una o più professioni, ma la distanza che la nostra personalità e le nostre caratteristiche individuali intrattengono con l’obiettivo individuato.

È questo il motivo per cui, anche nella scelta di un qualsiasi percorso formativo, è necessario fare i conti con ciò che siamo come persone prima ancora che con ciò che crediamo si debba fare in astratto. Ecco il punto: per scegliere il lavoro giusto per noi (e quindi anche la formazione adatta a farcelo raggiungere) dovremmo fare i conti con tre aspetti fondamentali:

  • le già citate condizioni del mercato del lavoro nel dato contesto in cui ci troviamo;
  • i nostri desideri in termini di realizzazione personale, ovvero banalmente ciò che desidereremmo fare;
  • le nostre attitudini e la nostra disposizione caratteriale.

Soffermiamoci su quest’ultimo punto: le attitudini personali e la disposizione caratteriale. Si tratta di elementi da tenere in grande considerazione per agire al meglio. Si faccia qualche esempio: una persona estroversa sarà di certo più portata al lavoro con il pubblico di una persona introversa; una persona con scarsa immaginazione ma pragmatica sarà meno adatta a lavori creativi di una persona con elevato grado di immaginazione; una persona con spirito organizzativo sarà più adatta a professioni in cui è richiesta il rispetto della puntualità rispetto a una persona meno organizzata.

Ma come fare per comprendere in anticipo quali sono le nostre caratteristiche e a quali mestieri queste ci rendono adatti? Un modo c’è, ed è rappresentato dai cosiddetti test-psicoattitudinali, strumenti che, se pensati ed elaborati con il giusto rigore scientifico, possono dare decisive indicazioni per la scelta del percorso formativo o professionale da intraprendere. Grazie alla psicoattitudinalità, infatti, siamo in grado di scoprire quali sono le professioni che maggiormente si adattano al nostro profilo, semplicemente rispondendo a un set di domande sugli argomenti più disparati.

Allora: intraprendere la strada giusta si può, basta partire preparati e con l’occhio attento a tutti gli elementi che decretano il successo o l’insuccesso di un percorso formativo e professionale.

Versione stampabile
Argomenti: