Orientamento: studiare all’estero amplifica le competenze

Stampa

Conoscere altre culture e altri popoli, passare un periodo di vita all’estero, imparare usanze diverse dalle nostre: esperienze che senza dubbio sono fonte di un profondo arricchimento personale, e di certo anche in ottica professionale. A maggior ragione per i più giovani.

Studiare fuori dal proprio Paese garantisce infatti una notevole spendibilità del proprio profilo sul mercato del lavoro. Perché? Perché il soggiorno all’estero si presenta come un vero e proprio moltiplicatore di competenze.

A dirlo è la Commissione Europea, dopo aver raccolto le opinioni di studenti, docenti, organizzazioni e altri attori che hanno preso parte al grande progetto Erasmus + (progetto grazie al quale, come noto, i giovani europei possono trascorrere in Paesi diversi dal proprio sia i periodi di studio che di ricerca e lavoro, durante e subito dopo il percorso universitario).

Un’esperienza all’estero permette infatti non solo di fare chiarezza su ciò che si desidera per il proprio futuro, ma stimola e amplifica una vasta gamma di soft skills, competenze sempre più importanti per entrare nel mondo del lavoro: stiamo parlando, per esempio, delle capacità relazionali, dello spirito di adattamento, dello sviluppo del pensiero critico e della capacità di intervento in situazioni problematiche.

Va da sé che i vantaggi veicolati dal programma Erasmus+ non si limitano al potenziamento delle competenze individuali (tra cui rientrano ovviamente quelle linguistiche), ma hanno un impatto ben più vasto sulle istituzioni di formazione e sul personale docente: detto in altri termini, e ancora secondo quanto rilevato dalla Commissione Europea, gli Atenei che ospitano studenti stranieri migliorano la qualità della propria offerta formativa.

Scegliere di passare un periodo all’estero, allora, sembra proprio una decisione conveniente. Ma dove andare? Quale Università scegliere? Magari una di quelle che, secondo il QS World University Rankings 2019, rientrano tra i migliori Atenei del mondo.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata