Orientamento o disorientamento. Lettera al Ministro Bianchi

WhatsApp
Telegram

Inviata da Emiddio Ventre – Caro Ministro, sono costretto, mio malgrado, a segnalare che alcune Scuole Secondarie di primo grado non fanno pervenire ai loro alunni l’offerta formativa degli Istituti Superiori, lasciando al libero arbitrio degli alunni la scelta di visitare una scuola o di collegarsi online con un istituto del territorio.

È evidente che l’atteggiamento sopra evidenziato abbia come conseguenza la mancata conoscenza del panorama scolastico italiano, con l’effetto che le scelte vengono effettuate su suggerimento del genitore o del docente delle Medie. Sarebbe auspicabile che il Ministero imponga alle Scuole Medie l’obbligo di programmare incontri in orario curricolare; in tal modo l’offerta potrebbe arrivare a tutti, scongiurando il rischio che gli alunni, le famiglie e gli stessi docenti delle Medie possano ignorare l’esistenza dell’indirizzo Trasporti e Logistica, nato con la riforma Gelmini, Istituto che forma i futuri ufficiali della Marina Mercantile o gli addetti alla Logistica e Trasporti. Non nascondo che noi orientatori dedichiamo tempo e passione alla nostra attività , per cui é facile immaginare l’umiliazione che a volte procura il constatare che, in alcune scuole, non vi sia nessuno con cui relazionarsi. La situazione d’emergenza ci impone già molti limiti nella nostra attività e spesso gli sforzi si moltiplicano impegnando, sia pure con ricadute positive, anche i nostri studenti. Le lascio immaginare la loro frustrazione quando, ieri pomeriggio, durante un collegamento online programmato con un Istituto Secondario di Primo grado, preparati di tutto punto, hanno aspettato per un’ora invano che qualcuno si collegasse!

Non dimenticherò mai l’espressione di un mio alunno in divisa, tornato a casa dopo due ore di viaggio ( ebbene sì, i nostri alunni sono quasi tutti pendolari e compiono grandi sacrifici per raggiungerci!), collegato al volo, digiuno, per essere pronto al ruolo assegnato! Spero di essere capace di fargli capire quanto, al contrario, sia stata formativa questa esperienza, invitandolo a riflettere che mentre da una parte c’era la presenza di giovani animati da una sana passione, dall’altra c’era il vuoto assordante dovuto alla mancanza di stimoli adeguati.

Consentire agli alunni la conoscenza degli istituti Tecnici e Professionali significa fornire a questi più ampi orizzonti di scelta; ciò é talmente vero se si considera che gran parte dei nostri iscritti deriva dagli incontri effettuati con loro, a volte insieme ai genitori.

Di fatto in Europa mancano 40.000 ufficiali di Marina Mercantile, in Italia 40.000 addetti alla Logistica, 30.000 operai specializzati nel settore elettromeccanico, segretari d’azienda, aerotecnici, ragionieri, elettricisti, informatici, etc. Aggiungo una mia ultima riflessione: un inadeguato orientamento dei ragazzi delle Medie è causa di un crescente aumento di disoccupati, così come la chiusura di aziende, prive di manodopera specializzata.

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso Orizzonte Scuola: aggiunte nuove simulazioni di prova orale da scaricare. Simulatore EDISES per la prova scritta. Solo 150 EURO