Orientamento NO SMOG: premi per 10.000 euro a tesi sull’inquinamento nelle città

di redazione

item-thumbnail

Domani, 25 settembre 2018, si celebra il terzo anniversario dell’Agenda Globale per lo sviluppo sostenibile, meglio conosciuta come Agenda 2030.

L’Italia ha svolto un ruolo di primo piano nei negoziati che hanno coinvolto 193 Paesi firmatari, ora tutti impegnati a definire la propria strategia sostenibile nazionale. Attuare l’Agenda 2030 è di fondamentale importanza per favorire uno sviluppo più giusto non solo da un punto di vista ambientale, ma anche sociale ed economico.

Questo richiede un forte coinvolgimento di tutte le componenti della società, dalle imprese al settore pubblico, dalla società civile alle università, dagli operatori dell’informazione alle scuole di ogni ordine e grado. Per questo vi parliamo spesso dell’importanza di orientare gli studenti verso l’economia verde, stimolandoli con progetti e concorsi di idee, molti dei quali sono ancora aperti. Come ad esempio il concorso “Arriva un camion carico, carico di…”, ideato dall’azienda italiana Italtrans e rivolto agli studenti dell’ultimo biennio di primaria e delle classi terze di secondaria di I grado. Più recentemente sullo stesso tema vi abbiamo parlato del “Premio Sergio Borghi” che assegna 1.000 euro a studenti di scuola superiore e universitari in tema di mutamenti climatici.

Oggi torniamo sulla sostenibilità per segnalare un’opportunità che stavolta coinvolge gli studenti e le studentesse delle università italiane, ovvero i laureandi e le laureande e dottorandi di ricerca che hanno scritto o che intendono scrivere la tesi sul problema dell’inquinamento delle città.

Stiamo parlando di No SMOG Project, promosso dalla Fondazione Studio Baldi Onlus dell’Emilia Romagna. Più precisamente, No SMOG Project premia tesi di laurea e progetti di ricerca sul seguente tema: Risanare le città: idee e progetti per risolvere il problema dell’inquinamento, migliorare l’ambiente e produrre energia pulita, con particolare riferimento alla città di Reggio Emilia ed alla sua provincia.

La Fondazione Studio Baldi Onlus mette in palio 4 borse di Studio per complessivi 10.000 Euro, così distribuite:

  • 3.000 euro 1° classificato per Tesi di Laurea
  • 2.000 euro al 2° classificato
  • 1.000 al 3° classificato
  • 4.000,00 al 1° classificato per il miglior progetto di ricerca in un corso di dottorato

La scadenza per la consegna delle candidature è fissata al 28 febbraio 2019. Per maggiori informazioni e per approfondimenti potete leggere questo post.

Versione stampabile
Argomenti: