Orientamento, la scelta della scuola superiore. Una preside: “Il liceo non deve essere l’unica strada”

WhatsApp
Telegram

Su La Repubblica intervista con la dirigente scolastica, Rossella Fabbri, preside del liceo scientifico “Albert Sabin” di Bologna. 

Si parla di orientamento e delle scelte degli alunni della scuola media: “Va fatta una scelta ragionata sulle proprie caratteristiche di studio coinvolgendo i ragazzi e i genitori. Con l’università noi partecipiamo al progetto AlmaMedie dove questa riflessione parte dalla seconda media e dove si lavora molto sull’auto consapevolezza in modo che siano gli stessi ragazzi ad arrivare a dire: questa scuola, con il suo carico di studio, mi sento oppure no di affrontarla”.

E ancora: “Il liceo non deve essere l’unica strada, l’intelligenza del saper fare è importante quanto un approccio teorico. Il problema è che ormai è passato il concetto che tutti possono fare tutto. Io sono bassa, potevo forse giocare a basket o fare la modella? Quello che temo dipiù è l’errore nella scelta”.

“D’altra parte l’emergenza educativa è nota: genitori iperprotettivi che in questo modo aumentano le fragilità dei figli. Ma dico anche i genitori vanno capiti: è una scelta importante e hanno paura. Di cosa? Del futuro”.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro