Orientamento: gli studenti incontrano le imprese con i Career Day

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Ieri il Sole24Ore ci ha ricordato una “grande contraddizione” del mercato del lavoro italiano: le imprese vogliono assumere 469mila tecnici, ma non riescono a trovarli!

Manca personale con diplomi ITS e Lauree STEM (Science, Technology, Engineering and Mathematics) per coprire diversi ruoli: meccanici, montatori, riparatori, costruttori di utensili, elettronici-elettrotecnici, specialisti di cuoio, calzature e costruzioni. Potete approfondire qui le professioni più ricercate dalle imprese, che offrono maggiori opportunità di inserimento lavorativo.

Un buon orientamento al mercato del lavoro può colmare un po’ questa “grande contraddizione”. Per informare studenti e studentesse sulle opportunità presenti nel mercato del lavoro è bene fare rete con i servizi territoriali per il lavoro. Le scuole possono contattare la rete di servizi pubblici e privati per l’occupazione, che sono oggi al centro di numerose iniziative anche per un rilancio dell’intera rete nazionale. Questi servizi applicano infatti le politiche attive per le forme di reddito di cittadinanza che esistono già e alle quali si può fare domanda, ma impegnandosi a cercare “attivamente” un lavoro o a partecipare a corsi di formazione.

Anche i giovani studenti vanno “attivati”, mettendoli di fronte alle concrete opportunità di inserimento nel mondo del lavoro, anche attraverso le iniziative promosse dai servizi per l’impiego che creano occasioni di confronto tra i giovani e le imprese, come i cosiddetti Career Day. Tra questi, segnaliamo il percorso itinerante di IoLavoro, manifestazione dedicata all’incontro tra domanda e offerta di lavoro, oggi importante occasione per accompagnare i giovani in percorsi di orientamento e di ingresso nel mercato del lavoro. Un momento in cui le imprese si presentano e incontrano i giovani, attivano collaborazioni con la rete dei servizi per il lavoro, in un contesto arricchito da un fitto calendario di workshop e seminari sui temi di ricerca attiva del lavoro, della formazione, dell’orientamento e dell’auto-imprenditorialità. Dopo la prima tappa torinese dello scorso 24 e 25 ottobre, IoLavoro si fermerà in altre città del Piemonte con numerose attività e momenti di confronto.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione