Argomenti Didattica

Tutti gli argomenti

Orientamento: “Gara di orienteering”. Scarica un’UdA per la Primaria

WhatsApp
Telegram

La Giornata mondiale dell’orienteering si svolgerà il giorno 11 maggio, in tutto il mondo e anche in Italia e proseguirà sino al 17 maggio 2022. Gli obiettivi della Giornata Mondiale dell’Orienteering sono aumentare la visibilità e l’accessibilità dell’orienteering con i giovani, aumentando il numero di partecipanti alle attività delle scuole, ad esempio. Sarà importante – infatti – imparare insieme cosa significa orientarsi in un ambiente per sapersi orientare nella vita di tutti i giorni. Avrai inoltre la possibilità di sentirti chiamato in prima persona a progettare qualcosa per qualcun altro mettendoti nei suoi panni e immaginando le difficoltà che potrà incontrare e come poterle superare.

Che cos’è la Giornata mondiale dell’orienteering e la Settimana mondiale dell’orienteering?

La Giornata mondiale dell’orienteering è stata avviata dalla International Orienteering Federation (IOF) nel 2016, per aumentare il profilo e la partecipazione all’orienteering come sport globale. Ora è cresciuta fino a diventare una settimana in cui incoraggiare le persone, soprattutto i giovani, a provare o intraprendere l’orienteering. L’obiettivo ogni anno è quello di battere il record mondiale di numero di persone che partecipano ad attività di orientamento a livello globale. Qualunque sia l’esperienza di orienteering, è necessario incoraggiare tutti – non soci e membri, club, gruppi scout, gruppi di corsa e aziende – a partecipare o aiutare a organizzare un piccolo evento in un giorno della settimana.

Cos’è l’orienteering?

L’orienteering è lo sport della navigazione, utilizzando una mappa molto dettagliata. Che tu sia un escursionista esperto, un corridore competitivo, o semplicemente una famiglia o un gruppo in un’attività in un parco, questo sport aiuta a migliorare la arte del navigare nello spazio. L’orienteering può sviluppare gradualmente le capacità di lettura delle mappe, dall’esplorazione di un parco cittadino locale pieno di strutture, alla navigazione su terreni remoti con poche, se non nessuna, caratteristiche artificiali.

Il percorso

Sulle mappe di orientamento, un percorso è composto da un triangolo, cerchi, un doppio cerchio e talvolta linee di collegamento tutte in viola o in altro colore, per esempio. Il triangolo è l’inizio. Il doppio cerchio è il traguardo. Tutti i cerchi in mezzo sono posti di blocco. Bandiere numerate arancione e bianche sono posizionate sul terreno per mostrare che si è raggiunta la posizione corretta. Ad ogni checkpoint è necessario segnare la registrazione di aver trovato la posizione corretta. Si può utilizzare qualsiasi percorso che si desidera tra i checkpoint. Per tutti i partecipanti, la struttura di un evento è una funzione di sicurezza. Alla fine dell’evento, il numero dei rimpatriati deve corrispondere al numero di coloro che hanno iniziato, quindi è necessario fare sempre il check-in con i volontari del traguardo, anche se non si completa il percorso. Questo mantiene lo sport sicuro e divertente.

Gli eventi a tempo

Gli eventi di orienteering sono a tempo. Se sei un corridore, correre contro il tempo è un’esperienza familiare, ma l’orienteering offre ulteriori sfide di un inizio scaglionato e di decidere dove andare il tuo percorso mentre corri. E se non sei un corridore, il cronometraggio automatico da controllo a controllo fornisce un modo per misurare la tua efficacia di navigazione attraverso percorsi e confrontarli in seguito con altri che hanno fatto scelte diverse. La buona scelta del percorso spesso batte la velocità grezza.

Mappe di orienteering

Le mappe di orientamento sono disegnate su larga scala rispetto alla maggior parte delle mappe topografiche. Più comunemente sono 1:15000 (1cm=150m) o 1:10000 (1cm=100m) ma per l’orientamento nei parchi si usa una mappa disegnata in scala 1:5000. Tutte le mappe utilizzano un insieme di simboli concordato a livello internazionale e questi sono logici e facili da imparare. Dovresti assorbire gran parte delle informazioni semplicemente partecipando ai tuoi primi eventi. La maggior parte delle mappe di orientamento fornirà anche una legenda dettagliata per aiutarti a capire la mappa. Le mappe di orienteering vengono disegnate utilizzando il nord magnetico anziché la “griglia” o il nord “vero” e vengono stampate in un massimo di cinque colori standard. I colori sono parte integrante dei simboli della mappa.

Descrizioni di controllo

Insieme alla mappa, vengono spesso fornite descrizioni di controllo. Le descrizioni dei controlli forniscono il numero dell’indicatore di controllo e ne descrivono la posizione esatta. Se si trova un controllo che non è il numero corretto indicato sulla scheda descrittiva, non è il controllo giusto. Le descrizioni saranno fornite come simboli o, per i principianti, in parole scritte. I simboli fanno parte di uno standard internazionale che consente di orientarsi in qualsiasi paese del mondo senza parlare la lingua locale.

Le variazioni

Piede (tradizionale)

Questa variante combina l’escursionismo o la corsa con la navigazione per completare un percorso o ricevere più punti possibile.

Sentiero

Questa variazione comporta una lettura precisa della mappa e del terreno. Gli orientatori del sentiero devono identificare le esche e gli opportuni controlli mostrati sulla mappa. Di solito si svolge su sentieri ed è accessibile ai partecipanti con disabilità fisiche. Non ci sono tempi tra i punti né scelte di percorso. La precisione è l’obiettivo di questa variazione.

Sciare

Lo ski orienteering combina lo sci di fondo con la navigazione incentrata principalmente sulla scelta del percorso. Agli sci-orientisti viene fornita una mappa topografica che mostra la navigabilità del sentiero sulla neve. La mappa viene trasportata utilizzando un supporto per mappa legato sul petto. A volte ai concorrenti potrebbe essere vietato lasciare le piste.

Mountain bike

Il mountain bike orienteering (MTBO) combina la mountain bike con la navigazione, concentrandosi principalmente sulla scelta del percorso. Ai Mountain Bike Orienteers viene fornita una mappa topografica che mostra i percorsi che ne indicano la navigabilità per la guida. La mappa viene trasportata in un supporto per mappa attaccato alla bicicletta. Ai concorrenti è spesso vietato abbandonare le piste.

Radio Orienteering (Radio-O)

Radio Orienteering (Radio-O) è anche noto come Amateur Radio Direction Finding (ARDF) o “caccia alla volpe”. Gli orientatori radiofonici utilizzano un ricevitore radio direzionale, una bussola e una mappa (con solo l’inizio e l’arrivo contrassegnati) per determinare la posizione dei trasmettitori (volpi) nella foresta, scegliere l’ordine migliore in cui trovarli e infine navigare verso di essi.

Gara di orienteering

“Gara di orienteering” o “Orientiamoci” è l’unità didattica proposta per le classi prime e seconde della scuola Primaria dai docenti dell’Istituto Comprensivo “Antonio Gramsci” di Camponogara (VE) diretto magistralmente dal dirigente scolastico professore Luigi Zennaro. L’UdA prevede l’attivazione delle seguenti esperienze: Costruzione degli strumenti; Visione filmato; Osservazione diretta degli ambienti; Misurazioni dei perimetri degli ambienti; Costruzione di mappe e percorsi; esperienze ludiche di orientamento in piccoli e ampi spazi. I docenti prevedono di utilizzare le seguenti metodologie: conversazione clinica; lavori individuali, di coppia e in piccolo gruppo laboratoriale.

ORIENTIAMOCI. UN’ESPERIENZA DI ORIENTEERING – Primaria

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VII ciclo, corso di preparazione valido per preselettiva, scritto ed orale. Con esempi. Ultimi giorni a prezzo scontato