Organico di potenziamento: le scuole possono non aver inviato alcuna richiesta? Il caso della Toscana

WhatsApp
Telegram

Ci lascia perplessi la notizia pubblicata oggi dal quotidiano La Nazione di Pistoia, che riferisce del silenzio dell'USR circa la ripartizione dei posti dell'organico di potenziamento (propedeutica alla fase C delle immissioni in ruolo, prevista per fine novembre) dovuto – si legge – al fatto che le scuole non avrebbero trasmesso le richieste.

Ci lascia perplessi la notizia pubblicata oggi dal quotidiano La Nazione di Pistoia, che riferisce del silenzio dell'USR circa la ripartizione dei posti dell'organico di potenziamento (propedeutica alla fase C delle immissioni in ruolo, prevista per fine novembre) dovuto – si legge – al fatto che le scuole non avrebbero trasmesso le richieste.

Le scuole – lo ricordiamo – avebbero dovuto inserire le richieste di organico potenziamento (l'ordine di priorità tra i campi di potenziamento) entro il 15 ottobre, come stabilito dalla circolare Miur del 21 settembre 2015. " Le istituzioni scolastiche autonome si attiveranno nell'immediato per definire le proposte di fabbisogno per poi inserirle al Sidi, tramite l'apposita funzione che verrà messa a disposizione dal lO al 15 ottobre 20l5,individuando in ordine di preferenza tutti i campi di potenziamento corrispondenti alle aree previste dal comma 7 della legge citata"

Ci stupisce quindi questa affermazione, che il quotidano riconduce agli uffici dell'USR. Ci auguriamo una smentita, dal momento che ci risulta difficile credere che tutte le scuole della Toscana abbiano seguito questa linea di comportamento.

Tra l'altro, in questa prima fase il lavoro dell'USR è scisso dalle singole richieste operate dalle scuole, in quanto all'USR spetta entro il 22 ottobre di adottare il decreto di ripartizione dei posti comuni della scuola secondaria per classi di concorso, nonché di ripartizione dei posti di sostegno relativamente alla scuola secondaria di II grado, per aree disciplinari. L'abbinamento alle classi di concorso però potrebbe essere disposto anche successivamente a questa data.

Musica, educazione fisica (per la quale i genitori avrebbero già versato una quota di dieci euro destinata al Coni per l'ora settimanale), lingue straniere sarebbero le richieste dei genitori per la scuola di infanzia e primaria.

Attendiamo delucidazioni anche dai sindacati territoriali.

Nel frattempo, questo lavoro è già stato svolto dall'USR Lombardia Assunzioni fase C: ripartizione posti per tutte le province Lombardia per ordine di scuola

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur