Organico funzionale. Nel contratto di mobilità ci sarà specifica clausola di riapertura

Stampa

Nell'ipotesi di CCNI per la mobilità 2015/16 non è ancora contemplato l'organico funzionale, che dovrà scaturire dai provvedimenti normativi che il Governo intende adottare sulla scuola a febbraio 2015.

Nell'ipotesi di CCNI per la mobilità 2015/16 non è ancora contemplato l'organico funzionale, che dovrà scaturire dai provvedimenti normativi che il Governo intende adottare sulla scuola a febbraio 2015.

L'Amministrazione pertanto non ha potuto predisporre l'ipotesi di contratto sulla base di previsioni. I sindacati però hanno richiesto di inserire nell'ipotesi di CCNI una apposita clausola che prevede la riapertura del contratto per permettere la tutela del personale a tempo indeterminato, qualora l'organico funzionale dovesse avere ripercussioni sulla mobilità.

E' una procedura già utilizzata, l'ultimo esempio è quello della scorsa estate, relativa all'unificazione delle aree di sostegno.

Si cerca in questo modo di fare in modo che le operazioni amministrative usuali procedano regolamente (il CCNI dovrà essere inviato alla Funzione Pubblica) e nello stesso tempo innestare le novità che nel corso dell'anno potrebbero essere introdotte.

Non è infatti ancora ben chiara la struttura dell'organico funzionale, e nonostante ci siano già anticipazioni di esponenti parlamentari, senza riferire eventali fonti (Al Piemonte andranno 5.000 immissioni in ruolo, 290 su organico funzionale ) , i provvedimenti relativi non sono stati ancora presentati. Il premier assicura che i provvedimenti saranno varati entro il 28 febbraio. La timeline 

Trasferimenti



Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur