Organico di fatto, tutte le novità

Di
WhatsApp
Telegram

red – Raccogliamo in un unica pagina tutte le novità e i punti critici della Circolare sull’organico di fatto scritti dalla nostra redazione in questi giorni: gestione spezzoni orari, posti infanzia, lingua straniera, ITP soprannumerari, ora alternativa alla religione, deroghe sostegno, deroghe ATA, DSGA soprannumerari.

red – Raccogliamo in un unica pagina tutte le novità e i punti critici della Circolare sull’organico di fatto scritti dalla nostra redazione in questi giorni: gestione spezzoni orari, posti infanzia, lingua straniera, ITP soprannumerari, ora alternativa alla religione, deroghe sostegno, deroghe ATA, DSGA soprannumerari.

Contenimento della spesa attraverso la gestione degli spezzoni orari

La circolare punta a contenere ed eventualmente a ridurre le consistenze degli organici di fatto rispetto alla quantità dell’anno 2011-12. "È appena il caso di precisare – si legge nella circolare – che tale quantità devono intendersi comprensive anche dell’ispezione orario che non hanno concorso costituire in Iorganico di diritto posto cattedra". Ed invita ad una "attenta gestione degli spezzoni inferiori a sei ore che potrà, sicuramente contribuire al raggiungimento dell’obiettivo del contenimento della spesa".

I posti dell’Infanzia non vanno utilizzati su altri gradi di istruzione

Per quanto riguarda le gestione degli organici nella specificità di ogni ordine è grado di scuola, tra le novità da rilevare troviamo la richiesta per la scuola dell’infanzia, "stante anche la continua dismissione del servizio da parte dei comuni, di evitare di utilizzare posti di scuola dell’infanzia su altri gradi di istruzione".

Lingua straniera alle medie, attenti ai soprannumerari

Per quanto riguarda la seconda lingua straniera nella secondaria di primo grado, i sindacati hanno chiesto ed ottenuto che l’offerta "della seconda lingua comunitaria deve tener conto della presenza di docenti con contratto a tempo indeterminato nella scuola; eventuali richieste di trasformazione della cattedra della seconda lingua comunitaria possono essere accolte da edifici scolastici regionali qualora risultino prive di titolare, non vi siano nella provincia di docenti con contratto di lavoro a tempo indeterminato in attesa di sede definitiva con il sovrannumero è, comunque non si determinino situazioni soprannumerari età, neanche in prospettiva."

Insegnanti tecnico pratici, esuberi da affrontare con uffici tecnici

Una novità riguarda anche gli insegnanti tecnico pratici, infatti gli istituti tecnici e professionali che avranno nel proprio organico esuberi di ITP dovranno dotarsi dell’ufficio tecnico.

Ora alternativa alla religione cattolica deve essere garantita e retribuita

Nella circolare sull’organico di fatto il ministero dà indicazioni ben precise sull’insegnamento dell’ora alternativa alla religione cattolica.

Il ministero, nella Circolare sull’Organico di fatto, ricorda "che deve essere assicurato l’insegnamento dell’ora alternativa alla religione cattolica agli alunni interessati, rammentando che è stata diramata una nota ( n. 26482 del 7 marzo 2011) che chiarisce i vari aspetti della materia e detta istruzioni per la parte relativa alla materia contrattuale e retributiva."

La nota citata ricorda che è le ore alternative all’insegnamento della religione cattolica sono un “servizio strutturale obbligatorio” e le devono essere pagate dal ministero dell’economia “a mezzo dei ruoli di spesa fissa”. Abbiamo citato dalla nota 26482 del 7.3.2011 della Ragioneria Generale dello Stato – IGOP (trasmessa dal Service Personale Tesoro ai propri uffici territoriali con il messaggio 34 del 14.3.2011).

La suddetta nota fornisce precisazioni sulla liquidazione di dette ore al personale interessato:

  • ai docenti a tempo indeterminato che si dichiarano disponibili ad effettuare "ore eccedenti";
  • ai supplenti già titolari di contratto con i quali se ne stipula un ulteriore a completamento dell’orario d’obbligo ovvero appositamente assunti, non potendo ricorrere ad una delle precedenti ipotesi.

Organico di fatto. Sostegno, nessun limite al numero di deroghe ma con parsimonia…

 … e sotto la supervisione del Ministero dell’economia. Parliamo dell’applicazione della sentenza numero 80 del 26 febbraio 2010 nella quale si è dichiarato illegittimo porre un limite massimo al numero di insegnanti di sostegno da assumere in deroga.

Nella circolare sull’organico di fatto il ministero ricorda il testo della sentenza e la prassi per l’ottenimento dei posti in deroga

Ma "anche posti di sostegno concorrono a raggiungere l’obiettivo di contenimento della spesa", pertanto confida "in una attenta valutazione della programmazione della distribuzione delle risorse al fine di contenere l’istituzione di ulteriori posti e dello stretto necessario in applicazione della sentenza della Corte costituzionale."

Il tutto con una minuziosa comunicazione da parte degli USR al Ministero e al sistema informativo sulle variazioni in aumento, al fine di "informare a riguardo il Ministero dell’economia e di motivare nei confronti dello stesso gli scostamenti che dovessero rendersi necessari".

Aumenti posti ATA? Contenuti e motivati

Nella circolare dell’organico di fatto permette deroghe ai posti dei collaboratori scolastici per garantire il funzionamento dei servizi, ma "contenute". Si dovrà tenere conto anche del personale inidoneo

L’autorizzazione ad un aumento dei posti ATA, leggiamo dalla circolare sull’organico di fatto potrà essere autorizzata, ma le deroghe saranno "contenute e motivate", e solo nel caso in cui "le risorse assegnate alle istituzioni scolastiche non dovessero rendere possibile il regolare funzionamento dei servizi scolastici, nel rispetto delle norme contrattuali sull’orario di lavoro, in presenza di scuole articolate su più plessi."

Inoltre, "al fine di compensare le ridotte erogazioni del servizio, possono valutare l’opportunità di assegnare una risorsa in più negli istituti ove siano presenti due/tre unità di personale inidoneo sia nel profilo dei collaboratori scolastici che di assistenti amm.vi o tecnici".

Organico di fatto, indicazioni per i DSGA soprannumerari

Nella circolare dell’organico di fatto pubblicata ieri dal Ministero, vengono date indicazioni per affrontare l’emergenza legata alla soprannumerarietà dei direttori amministrativi.

Per far fronte all’emergenza il Ministero afferma che per le scuole sottodimensionate (con meno di 600 ovvero di 400 alunni, se in deroga) il posto di DSGA può essere istituito, esclusivamente nella presente fase di organico di fatto, abbinando due istituzioni scolastiche sottodimensionate. È possibile, inoltre, a segnare la scuola sottodimensionata a DSGA di ruolo, ad integrazione dell’incarico originario della scuola normodimensionata di titolarità e/o di servizio

Al fine, però, di evitare che i DSGA in esubero siano utilizzati in altra provincia il ministero indica dei criteri affinché il maggior aggravio del personale disposizione sia compensato dalle modalità operative indicate

Pertanto

  1. nelle province nelle quali l’esubero di personale è superiore alle scuole sottodimensionate, i soprannumerari permangono nelle scuole nelle quali hanno prestato servizio nell’anno scolastico 2011/2012. Il restante personale rimane a disposizione nell’ambito provinciale ed è utilizzato secondo i criteri definiti nel CCNI sulle utilizzazioni.
  2. A compensazione dell’aggravio che si ingenera a livello nazionale, di cui al punto 1, nelle province nelle quali l’esubero di personale è inferiore alle scuole sottodimensionate, ai DSGA in esubero, oltre alla propria scuola sottodimensionata è attribuita, per abbinamento, altra istituzione scolastica sottodimensionata, secondo i criteri indicati nella nota 4998 del 28 giugno c.a., con la quale è stato trasmesso lo schema di decreto interministeriale concernente la determinazione dell’organico di diritto. Ciascuna delle restanti istituzioni scolastiche sottodimensionate è affidata a DSGA di ruolo.
  3. Nelle province nelle quali non vi è esubero, le scuole sottodimensionate sono affidate, ognuna, a DSGA di ruolo, già in servizio in istituzione scolastica normodimensionata. Considerata la peculiarità della materia, si fa comunque riserva di fornire ulteriori indicazioni in merito, all’atto della trasmissione del contratto integrativo concernente le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie del personale

WhatsApp
Telegram

Preparazione concorsi scuola: news webinar Infanzia e Primaria! Prepara anche Secondaria e DSGA