Organico di fatto e mobilità

La UIL ripropone come condizione per la firma la conferma della titolarità del personale in soprannumero

La UIL ripropone come condizione per la firma la conferma della titolarità del personale in soprannumero

Il giorno 4 novembre 2010 si è svolto un incontro tra l’amministrazione e le organizzazioni sindacali per un’informativa sull’organico di fatto relativo all’anno scolastico 2010/11 e per l’apertura della contrattazione sulla mobilità del personale, sempre per l’anno scolastico 2010/11.
Per la UIL scuola hanno partecipato Antonello Lacchei e Pasquale Proietti.

Organico di fatto
L’amministrazione, in sede d’informazione, ha fornito ai sindacati i dati, disponibili alla data del 28 ottobre, relativi all’organico di fatto del personale docente, dei posti di sostegno e del personale ATA.
Per far fronte alle situazioni di criticità, l’amministrazione ha assegnato circa 1.400 posti in più di personale docente e 2.182 posti in più di personale ATA, rispetto all’organico di diritto.
Per quanto riguarda il sostegno, in applicazione della sentenza della Corte Costituzionale, a seguito di un incremento di alunni con disabilità di 7.272 unità c’è stato un incremento di organico di 4.399 posti.
La UIL, preso atto dei dati forniti, ha posto i seguenti problemi:

  • una previsione puntuale per il futuro di posti di area C
  • prevedere un organico aggiuntivo di personale ATA per le situazioni di concentrazione di personale inidoneo
  • di affrontare tutte le questioni della riorganizzazione dei servizi ATA e dei carichi di lavoro attraverso una redistribuzione dell’organico legata alle effettive esigenze di di funzionalità delle scuole.

Mobilità
In premessa l’amministrazione ha comunicato che, in applicazione del D.L.vo 150, prima della sottoscrizione definitiva i contratti nazionali (mobilità, utilizzazioni) vanno sottoposti ad un controllo preventivo della Funzione pubblica.
Solo dopo trenta giorni potrà esserci la firma definitiva dell’accordo.
Questo dovrà comportare necessariamente dei tempi più rapidi nella definizione del nuovo testo e dell’eventuale accordo tra le parti.
La UIL ha comunicato la propria disponibilità a chiudere il confronto in tempo utile per consentire la corretta gestione di tutte le operazioni successive.
Nel merito, ha evidenziato che, ad oggi, permangono tutte le motivazioni che hanno portato l’organizzazione a non sottoscrivere il contratto precedente.
Quindi, a fronte dell’ulteriore riduzione di organico da effettuare nel prossimo anno scolastico, la UIL, al fine di attenuare le ricadute negative sul personale in esubero, ha riproposto la necessità di agire attraverso lo strumento della precedenza e del mantenimento della titolarità per il personale che perde posto.
Il prossimo incontro è previsto per giovedì 11 novembre.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia