Organico covid, proroga contratti docenti e Ata: è possibile sostituire il supplente in caso di rinuncia

WhatsApp
Telegram

La legge di bilancio ha disposto la proroga dei contratti dell’organico covid, docente e ATA, fino al 31 marzo 2022. I dubbi nel caso di rinunce da parte del supplente hanno portato il ministero ha formulare una FAQ specifica.

Ecco la domanda: L’Istituzione scolastica dispone di contratti sottoscritti ai sensi dell’articolo 58, comma 4-ter, lettere a) e b), del D.L. 73/2021, con scadenza entro il 30 dicembre 2021. Alla luce di quanto previsto nella Legge di Bilancio, è possibile conferire un incarico temporaneo, ai sensi del medesimo articolo, in sostituzione di un contratto terminato il 30 dicembre 2021 e non prorogato per motivi di rifiuto del personale docente ed ATA precedentemente individuato?

La risposta del Ministero: Con riferimento al quesito posto, si ritiene che nella specifica ipotesi in cui il destinatario della proroga del contratto manifesti la propria indisponibilità alla prosecuzione del rapporto di lavoro a tempo determinato si possa individuare un diverso soggetto cui conferire l’incarico sino al 31 marzo seguendo le regole previste dalla normativa vigente. Tale possibilità appare coerente con la finalità della norma di legge che intende continuare a soddisfare le esigenze di funzionamento delle istituzioni scolastiche connesse all’emergenza epidemiologica. Tale soluzione peraltro non determina un aggravio di spesa in quanto le risorse stanziate assicurano la relativa copertura finanziaria.

Organico Covid docenti e ATA, supplenti: “La proroga non arriva, non ci sono fondi, scelgono le scuole”. Qual è il problema?

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo 2023, diventa docente di sostegno: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, a richiesta proroga di una settimana