Organico Covid, i criteri per averlo nella propria scuola: 20% risorse a classi con oltre 23 alunni, 30% indice fragilità Invalsi

Stampa

Anche nell’anno scolastico 2021/22 l’organico di docenti e ATA sarò potenziato con personale aggiuntivo Covid. Per il momento i contratti saranno fino al 30 dicembre 2021, ma con l’emendamento dell’onorevole Casa (M5S) le supplenze potrebbero essere fino al termine delle lezioni, così come è stato nell’a.s. 2020/21.

Durante l’incontro di ieri tra Ministero e Sindacati sono state illustrate le risorse messe a disposizione per la ripartenza delle lezioni in presenza. 400 milioni di euro su un totale di quasi 3 miliardi sono destinate al potenziamento degli apprendimenti e all’avvio dell’anno in sicurezza quindi al potenziamento dell’organico di docenti e ATA con incarichi temporanei fino al 30 dicembre.

Nelle slide vengono indicati i criteri per avere tale organico nella propria scuola:

  • il 50% delle risorse verrà distribuita in considerazione del numero degli alunni
  • per il 20% in base alla presenza di classi con numerosità superiore ai 23 alunni
  • per il 30% in funzione dell’indice di fragilità calcolato dall’Invalsi.

Ci sono poi ulteriori 50 milioni con finalità perequativa, ovvero per garantire che ciascun Usr percepisca una quota di risorse corrispondente alla spesa effettivamente realizzata dalle scuole nel periodo settembre-dicembre 2020.

SLIDE risorse

Stampa

Didattica inclusiva attraverso alcune figure del mito greco. Corso online riconosciuto dal Ministero dell’istruzione