Organico Covid fino al termine delle lezioni, all’infanzia fino al 30 giugno soltanto i docenti. NOTA e TABELLA ripartizione 170 milioni

WhatsApp
Telegram

Con la nota 373 del 24 marzo 2022 il ministero dell’Istruzione fornisce indicazioni per gli USR in merito alla proroga dei contratti sottoscritti ai sensi dell’art. 58, comma 4-ter, del D.L. 73/2021 contenuta nel Decreto-Legge 21 marzo 2022, n. 21, art. 36, ovvero i contratti del personale docente e ATA Covid assunto per far fronte alle ulteriori necessità delle scuole legate all’emergenza epidemiologica.

La nuova formulazione dell’articolo 1, comma 326, della Legge 234/2021 è la seguente: “[…] Al fine di corrispondere alle esigenze delle istituzioni scolastiche connesse all’emergenza epidemiologica, il termine dei contratti sottoscritti ai sensi dell’articolo 58, comma 4-ter, lettere a) e b), del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, e prorogati fino al 31 marzo 2022, può essere prorogato fino al termine delle lezioni dell’anno scolastico 2021/2022, e comunque non oltre il 15 giugno 2022, salvo che per le scuole dell’infanzia statali di cui all’articolo 1 del decreto legislativo 19 febbraio 2004, n. 59 nelle quali il termine è prorogato fino e non oltre il 30 giugno 2022 nel limite delle risorse di cui al secondo periodo […]”.

Nella nota si evidenzia:

  • per quanto concerne tutte le istituzioni scolastiche, ad eccezione per la scuola dell’infanzia, la proroga dei contratti deve essere sottoscritta fino al termine delle lezioni della regione di riferimento, e comunque entro il limite delle risorse assegnate
  • Per le scuole dell’infanzia, il cui termine delle lezioni è previsto per il 30 giugno, i contratti possono essere prorogati fino a tale data, esclusivamente i contratti relativi al personale docente, e comunque entro il limite delle risorse assegnate.

Per la scuola primaria e secondaria di primo e secondo grado le date di fine contratto sono:

4 giugno: Emilia Romagna, Marche.

8 giugno: Abruzzo, Basilicata, Campania, Lazio, Lombardia, Molise, Piemonte, Sardegna, Valle d’Aosta, Veneto.

9 giugno: Calabria, Puglia, Umbria.

10 giugno: Liguria, Sicilia, Toscana, Provincia Trento.

11 giugno: Friuli Venezia Giulia.

16 giugno: Provincia Bolzano.

E comunque non oltre il 15 giugno.

Ripartizione dei 170 milioni agli USR:

La ripartizione è stata effettuata sulla base dei contratti effettivamente stipulati fino a marzo 2022 dalle istituzioni scolastiche, della spesa calcolata da NoiPA alla medesima data e delle risorse residue rispetto all’assegnazione prevista dall’art.1, comma 326, della Legge 234/2021.

Nota

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur