Organico Covid docenti e ATA: proroga iniziale al 31 marzo, poi fino a giugno. Ecco i 400 milioni di euro distribuiti alle regioni

WhatsApp
Telegram

In legge di Bilancio 2022 la proroga dei contratti Covid del personale docente e ATA assunto per far fronte alle esigenze delle scuole legate all’emergenza epidemiologica. La proroga è per il momento fino al 31 marzo, termine stato di emergenza, ma il ministero ha chiarito che ci sarà ulteriore proroga fino al termine delle lezioni.

In legge di Bilancio la proroga del personale docente e ATA è prevista fino al termine delle lezioni, che varia in base ai calendari scolastici regionali:

Al fine di corrispondere alle esigenze delle istituzioni scolastiche connesse all’emergenza epidemiologica, il termine dei
contratti sottoscritti ai sensi dell’articolo 58, comma 4-ter, lettere a) e b), del decreto legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, può essere prorogato fino al termine delle lezioni dell’anno scolastico 2021/2022 nel limite delle risorse di cui al secondo periodo.

Conseguentemente, il Fondo di cui all’articolo 235 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, come ripartito dal decreto del Ministro dell’istruzione, di concerto con il Ministro
dell’economia e delle finanze, n. 274 del 2 settembre 2021, è incrementato di 400 milioni di euro per l’anno 2022.

Il Ministero dell’istruzione, entro il 31 luglio 2022, provvede al monitoraggio delle spese di cui al primo periodo, comunicando le relative risultanze al Ministero dell’economia e delle finanze-Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato, e la quota parte delle risorse di cui al secondo periodo che, in base al monitoraggio, risulti non spesa è versata all’entrata del bilancio dello Stato per essere riassegnata al Fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato.

Proroga al 31 marzo o fino al termine delle lezioni?

Diversi utenti, come Antonio, chiedono se ci sarà effettivamente proroga delle supplenze fino a giugno:

Sono stato convocato in data 10 gennaio con contratto covid di 36 ore fino al 31 marzo , sono partito dalla Sicilia e mi trovo in provincia di Savona, ho letto che dipende tutto dal ministero per la proroga ,però volevo sapere se le possibilità che ci sia realmente sia vero , e eventualmente quando viene comunicata alle scuole che la proroga è stata fatta.

La nota ministeriale 1376 del 28/12/21 fornisce le indicazioni per prorogare i contratti del personale docente e ATA Covid. La data indicata è il 31 marzo, una data momentanea, che coincide con il termine dello stato di emergenza.

Il MI scrive infatti: “tenuto conto dei tempi tecnici di assegnazione delle risorse e della necessaria azione di monitoraggio e coordinamento con gli uffici scolastici regionali, in una prima fase, il termine di scadenza delle proroghe è individuabile nella data del 31 marzo 2022“.

“In una prima fase” lascia intendere si tratti di una proroga che verrà ulteriormente prolungata fino al termine delle lezioni, come previsto dalla legge di Bilancio.

Il ministero rassicura: “Sarà cura dello scrivente Dipartimento, d’intesa con il Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione e con i competenti uffici scolastici regionali, fornire ulteriori indicazioni per la prosecuzione dei rapporti contrattuali fino al termine delle lezioni dell’anno scolastico 2021/2022.

Risorse assegnate

Le risorse assegnate in legge di Bilancio per l’anno scolastico 2021/22 sono 400 milioni di euro: oltre 43 milioni vanno all’Ufficio scolastico per il Lazio, più di 36 milioni alla Lombardia, quasi 36 milioni all’Emilia Romagna, oltre 34 milioni al Piemonte, quasi 5 milioni al Molise.

TABELLA RIPARTIZIONE RISORSE REGIONI (fonte Flc Cgil)

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur