Organico Covid, ATA restano fuori da proroga contratti. Emendamento in legge di Bilancio può cambiare le carte

WhatsApp
Telegram

Approvata in Consiglio dei ministri la legge di Bilancio 2022. Diverse le misure per la scuola: dall’educazione motoria nella scuola primaria alla proroga dei contratti Covid. E proprio da quest’ultima misura mancano gli ATA: la proroga dell’organico di emergenza Covid è solo per gli insegnanti. Un emendamento alla legge di Bilancio potrebbe però cambiare le carte.

Già nella bozza circolata nel pomeriggio di ieri si poteva vedere il riferimento unico al personale docente:

ART. 101.
(Misure connesse all’emergenza epidemiologica nell’ambito scolastico)

1. Al fine di corrispondere alle esigenze delle istituzioni scolastiche connesse all’emergenza epidemiologica, il termine dei contratti sottoscritti ai sensi dell’articolo 58, comma 4-ter, lettera a), del decreto-legge 25 maggio 2021, n. 73, convertito con modificazioni dalla legge 23 luglio 2021, n. 106, può essere è prorogato fino al termine delle lezioni dell’anno scolastico 2021/2022 nel limite delle risorse di cui al secondo periodo.

Conseguentemente, il fondo di cui all’articolo 235 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito, con modificazioni, dalla legge 17 luglio 2020, n. 77, è incrementato di 300 milioni di euro per l’anno 2022. Il Ministero dell’istruzione, entro il 31 luglio 2022, provvede al monitoraggio delle spese di cui al primo periodo, comunicando le relative risultanze al Ministero dell’economia e delle finanze – Dipartimento della Ragioneria generale dello Stato e la quota parte delle risorse di cui al secondo periodo che in base al monitoraggio risulti non spesa è versata all’entrata del bilancio dello Stato per essere riassegnata al fondo per l’ammortamento dei titoli di Stato.

La lettera a) è riferita di fatto soltanto al personale docente.

Riprendiamo l’art. 58, comma 4- ter della legge n.73 del 25 maggio 2021:

[…]

a) ad attivare ulteriori incarichi temporanei di personale docente con contratto a tempo determinato, dalla data di presa di
servizio fino al 30 dicembre 2021, finalizzati al recupero degli apprendimenti, da impiegare in base alle esigenze delle istituzioni scolastiche nell’ambito della loro autonomia. In caso di sospensione delle attivita’ didattiche in presenza a seguito dell’emergenza epidemiologica, il personale di cui al periodo precedente assicura lo svolgimento delle prestazioni con le modalita’ del lavoro agile;

b) ad attivare ulteriori incarichi temporanei di personale amministrativo, tecnico e ausiliario con contratto a tempo
determinato, dalla data di presa di servizio fino al 30 dicembre 2021, per finalita’ connesse all’emergenza epidemiologica.
4-quater. Le risorse di cui al comma 4-ter sono ripartite tra gli uffici scolastici regionali con decreto del Ministro dell’istruzione, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze. Le misure di cui al medesimo comma 4-ter sono adottate nei limiti delle risorse attribuite.

In legge di Bilancio viene inserita soltanto la prima parte e pertanto il personale ATA resta fuori. A ulteriore conferma il comunicato di Palazzo Chigi con le misure e le parole del ministro Bianchi, che si riferiscono soltanto agli insegnanti.

Il motivo di tale esclusione non è chiaro, considerando che le scuole, al di là dell’emergenza, avranno sicuramente bisogno del personale amministrativo, tecnico e ausiliario per vigilanza, pulizia, che faccia da supporto in generale allo svolgimento delle attività.

E’ però probabile che l’attivazione dei contratti Covid ATA, essendo legata all’emergenza epidemiologica (“per finalita’ connesse all’emergenza epidemiologica”, art. 58 di cui sopra), sia direttamente collegata alla cessazione dello stato di emergenza, che scade il prossimo 31 dicembre 2021 (salvo proroghe).

Esclusione ATA definitiva?

Non si sa se si tratta di un’esclusione definitiva del personale ATA. Un emendamento in legge di Bilancio, che probabilmente arriverà, potrebbe cambiare le carte e consentire anche al personale amministrativo e ausiliario di proseguire con le supplenze fino al termine delle lezioni.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario infanzia e primaria incontri Zoom di supporto al superamento della prova scritta. Affidati ad Eurosofia