Organico aggiuntivo Covid, Gilda Parma e Piacenza: dati ignoti, vogliamo sapere se e quanti docenti servono

Stampa

Gilda Parma e Piacenza – E’ disarmante la risposta che come organizzazione sindacale abbiamo ricevuto dall’ufficio scolastico territoriale di Parma e Piacenza in merito all’organico aggiuntivo di docenti che, stando alle promesse dei partiti di maggioranza, dovrebbe essere assegnato agli istituti scolastici per far fronte all’emergenza Covid.

Contingente di docenti per fronteggiare l’emergenza Covid dati ignoti. Dirigenti delle scuole male amministrati

 

La Gilda degli Insegnanti ha chiesto di sapere quanti docenti sono stati chiesti e di quali materie, ma abbiamo dovuto appurare che questo dato non è in possesso degli uffici scolastici provinciali, né ci risulta che il dirigente dell’ufficio che amministra i dirigenti scolastici emiliano romagnoli ha dato indicazioni ai dipendenti di cui si dovrebbe occupare di rendere noti questi dati.

Vorremmo semplicemente sapere se e quanti docenti in più servono alle scuole parmensi e piacentine, di quali materie e con quale criterio sono state fatte queste richieste.

A tal proposito Salvatore Pizzo, coordinatore della Gilda degli insegnanti di Parma e Piacenza, commenta: “Appena terminato l’avvio dell’anno scolastico la politica pensi seriamente a come fare per organizzare una gestione dei dirigenti delle nostre scuole, l’Ufficio che a Bologna si occupa di questi dipendenti deve essere rifondato”

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur