Organico aggiuntivo ATA, D’Aprile (Uil Scuola Rua): “Tra cinque giorni 6 mila collaboratori verranno licenziati. Inaccettabile”

WhatsApp
Telegram

“Con le recenti disposizioni ministeriali è stato stabilito che i contratti di 5.739 collaboratori scolastici – assunti nell’ambito dei progetti del Pnrr e dell’Agenda Sud – scadranno il 15 aprile 2024. Si tratta di una discriminazione inammissibile” afferma il Segretario generale della Uil Scuola Rua Giuseppe D’Aprile.

E’ una questione aperta che va risolta con un intervento legislativo urgente. Anche per questo manifesteremo a Roma il 23 aprile – ricorda D’Aprile – come Uil Scuola Rua rivendichiamo la proroga di questi contratti fino al 30 giugno 2024.

Sarebbe un primo intervento, anche se non risolutivo, sia a sostegno delle legittime aspettative del personale precario che per le scuole, sempre più oberate di adempimenti burocratici che in molti casi vanno oltre gli obblighi contrattuali.

Continueremo a rivendicare la proroga dei contratti fino al 30 giugno per tutto il personale coinvolto e un piano straordinario di immissioni in ruolo – nello scorso anno scolastico su 27.704 posti vacanti, ne sono stati autorizzati, per le immissioni in ruolo, meno della metà (10.116) – e l’ampliamento dell’organico ATA, anche al fine di rendere stabile l’attuale organico aggiuntivo.

Il personale Ata è un pezzo fondamentale del mosaico della comunità educante – prosegue il Segretario – rappresenta la spina dorsale della scuola contribuendo, insieme al personale docente e dirigente, al buon funzionamento delle istituzioni scolastiche.

Senza il loro supporto, le scuole non potrebbero funzionare“, conclude.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia