Organici, valutazione, edilizia. Le richieste della Camera sul decreto semplificazione e sviluppo

di
ipsef

red – La VII commissione cultura alla Camera si è espressa favorevolemente sul decreto semplificazioni e sviluppo, ma ha posto una serie di osservazioni, estrapoliamo quelle relative alla scuola: sperimentazione nella scuola dell’obbligo, edilizia scolastica, finanziamenti alle scuole legate alla valutazione dei risultati raggiunti, organici.

red – La VII commissione cultura alla Camera si è espressa favorevolemente sul decreto semplificazioni e sviluppo, ma ha posto una serie di osservazioni, estrapoliamo quelle relative alla scuola: sperimentazione nella scuola dell’obbligo, edilizia scolastica, finanziamenti alle scuole legate alla valutazione dei risultati raggiunti, organici.

Vi elenchiamo le osservazioni della commissione.

Edilizia

  • con riguardo all’articolo 53, in materia di edilizia scolastica, si preveda la possibilità di stipulare convenzioni con i privati al fine di favorire l’efficienza energetica degli edifici scolastici, anche mediante accordi di coproduzione di energia fotovoltaica;
  • con riferimento all’articolo 53, venga poi previsto un monitoraggio ed un eventuale recupero dei fondi per l’edilizia scolastica ad oggi stanziati ma non spesi, compreso il miliardo di euro proveniente dai fondi FAS; si deroghi al patto di stabilità a favore delle regioni, province e comuni che intendano mettere in sicurezza gli edifici scolastici o che decidano di edificare nuove istituzioni scolastiche, nell’ambito della loro precipua funzione di programmazione; si preveda per l’anno 2012 un piano di rifinanziamento, per almeno 150 milioni di euro, della legge n. 23 del 1996, con le modalità già previste dall’articolo 1 comma 626 della legge 296 del 2006, previsione da garantirsi anche per il triennio 2012/2014;

Sperimentazione nella scuola dell’obbligo

  • con riguardo all’articolo 31, venga prevista un’apposita quota di finanziamento destinata a sviluppare progetti di ricerca e sperimentazione nella scuola dell’obbligo;

Organici

  • con riferimento all’articolo 50, si preveda un fondo di finanziamento unico per ciascuna istituzione scolastica comprensivo del fondo per il funzionamento e gli investimenti e del fondo per il personale; si introduca nell’articolato una norma che precisi che l’organico da definire per l’anno scolastico 2012/2013 sia almeno quello già in vigore nell’anno scolastico in corso, 2011/2012, sia con riferimento a quello di diritto che a quello di fatto nonché comprensivo dei posti degli insegnanti di sostegno e degli insegnanti tecnico-pratici; si individuino le modalità e le risorse con cui realizzare quanto previsto al comma 1 lettere a), b), c) e d);

Finanziamenti basati sui risultati

  • con riguardo all’articolo 50, comma 1, lettera a), si tenga conto, nell’erogazione dei finanziamenti, dei risultati ottenuti;
Versione stampabile
anief
soloformazione