Organici Sicilia, 14 mila alunni in meno nel 2018/19. In dieci anni persi 80 mila studenti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Gli organici del personale docente e ATA della Sicilia non possono non risentire del notevole calo della popolazione scolastica.

I dati

I dati, pubblicati dal Giornale di Sicilia, rivelano che nel 2018/19 la popolazione scolastica siciliana è scesa di 14 mila unità.

Nell’ultimo decennio, scrive il succitato quotidiano, c’è stata un’emorragia costante, come testimoniano i circa 80 mila alunni in meno.

Queste le parole del direttore dell’USR Sicilia, Maria Luisa Altomonte:

Siamo di fronte a un fenomeno che con il tempo non si è risolto, anzi sembra inarrestabile. La fuga dalla Sicilia di così tanti giovani lascia dispiacere e amarezza. Eppure rispetto al calo di studenti, la riduzione dei posti in organico è stata contenuta

Le cause

I motivi della drastica riduzione della popolazione scolastica siciliana dipende sia dal generale calo della natalità sia dall’emigrazione con numerose famiglie, con figli in età scolare, costrette a lasciare l’isola.

Evidenziamo che a lasciare la Sicilia, con la Buona Scuola, sono stati anche tanti insegnanti, assunti nelle scuole del Nord.

Se è vero, dunque, che che la natalità è in decremento, è altrettanto vero che la mancanza di cattedre in Sicilia è dovuta anche all’emigrazione.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione