Organici. Sentenza SNALS che boccia tagli riforma Gelmini, per Ministero è inapplicabile. Sfuma speranza di migliaia di docenti

di redazione
ipsef

red – Ieri, si è svolto al Ministero un incontro tra sindacati e Ministero circa gli organici 2014/15. Tra gli argomenti affrontati anche la sentenza che ha visto bocciare i tagli alle cattedre di tecnici e professionali inflitti dalla riforma Gelmini.

red – Ieri, si è svolto al Ministero un incontro tra sindacati e Ministero circa gli organici 2014/15. Tra gli argomenti affrontati anche la sentenza che ha visto bocciare i tagli alle cattedre di tecnici e professionali inflitti dalla riforma Gelmini.

Oggetto del contendere i regolamenti del riordino degli istituti tecnici e professionali (anno 2010) che hanno ridotto da 34 a 32 il numero di ore settimanali: a partire dal 2011/12 per le classi seconde e terze degli istituti professionali, per le seconde, terze e quarte per gli istituti tecnici a partire dal 2010/11.

Una "riforma" in corso d’opera, che ha visto la modifica dell’orario settimanale per chi era entrato nel percorso di studi prima dell’avvio della riforma.

Il taglio, inoltre, dice la sentenza, è avvenuto "sulla base di un criterio del tutto discrezionale", cioè la riduzione del 20% dell’orario di insegnamento delle discipline relative alle materie con non meno di 99 ore annue, colpendo soprattutto le materie tecniche e caratterizzanti i corsi di studio.

Dice la sentenza: "paradossalmente, usciranno ragionieri che avranno studiato meno discipline economico aziendali e meno matematica applicata; aspiranti meccanici che avranno studiato meno meccanica e meno laboratorio e così via dicendo per tutti gli insegnamenti qualificanti dei due istituti"

La decisione, secondo i giudici, è dunque dettata da: "illogicità e incongruenze manifeste", dettata da "malcelate ragioni di contenimento della spesa pubblica", tagliare più di 80mila cattedre.

Iscriviti alla nostra pagina FaceBook

Ieri, al Ministero la resa dei conti, che, però, ha freddato i rappresentanti dello SNALS e le speranze di migliaia di docenti.

Infatti, la delegazione del sindacato ha posto, in apertura dell’incontro, la questione dell’applicazione della sentenza e ha chiesto ai rappresentanti dell’ amministrazione come intendevano procedere al riguardo.

La risposta del Ministero, avvenuta per bocca del Dott. De Angelis (dirigente vicario del direttore generale del personale) ha comunicato che l’amministrazione riteneva “inapplicabile” la sentenza e, quindi, non intendeva dare seguito alla stessa.

Una chiusura che costringerà lo SNALS-CONFSAL, questa la comunicazione del sindacato durante l’incontro, a procedere proseguendo l’attività giuridica al fine di ottenere l’attuazione del disposto del TAR.

Organici 2014/15. Novità: ora di geografia economica negli Istituti tecnici e professionali, area unica sostegno secondaria II grado. Proposta Miur: organico unico di istituto

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione