Organici secondaria II grado: rivedere il potenziamento per alleggerire esuberi

di redazione
ipsef

Con il potenziamento si può "giocare" ed è quello che si apprestano a mettere in atto alcuni Uffici Scolastici per evitare quanto più possibile gli esuberi.

Con il potenziamento si può "giocare" ed è quello che si apprestano a mettere in atto alcuni Uffici Scolastici per evitare quanto più possibile gli esuberi.

Ne abbiamo già parlato in questo articolo Organici e mobilità. Miur vuole evitare esuberi ed esodi, ecco come indicando quali sono le strategie messe in atto per rendere meno vistoso l'esubero particolarmente numeroso per alcune classi di concorso della scuola secondaria di II grado.

Ed in effetti un messaggio dell'Ufficio Scolastico di Vicenza conferma le modifiche in atto negli organici.

"Dal monitoraggio effettuato dopo la prima fase della mobilità del personale docente della scuola secondaria di 2° grado, l'Amministrazione Centrale ha evidenziato che per l'a.s. 2016/2017 per alcune classi di concorso della scuola secondaria di secondo grado si è creato un esubero a livello nazionale che non potrà essere sanato con la mobilità interregionale e che per altre classi di concorso, anche dopo la mobilità interregionale, residueranno posti dell'organico dell'autonomia 2016.

In conseguenza, si è reso necessario procedere ad alcune modifiche dell'organico del potenziamento e, in alcuni casi, ad alcune rettifiche  dei movimenti già pubblicati in data 04/07/2016"

Il Coordinamento dei Potenziatori della Scuola di Bologna chiede:
– di adeguare l'organico riportandolo alla situazione precedente la mobilità provinciale, ripristinando il numero dei posti sul potenziamento su tutte le classi di concorso e riassorbire in questo modo anche gli esuberi

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione