Organici, in Veneto 15.000 cattedre vacanti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Dal primo settembre andranno in pensione nel Veneto 1.963 tra insegnanti e non docenti cui si aggiungono 35 dirigenti scolastici.

Troppi dicono i sindacati, il che fa prefigurare una vera e propria emergenza da settembre.

Martedì è previsto un presidio alle 15 all’ufficio scolastico regionale a Mestre.

Tra cattedre vacanti già preesistenti, la situazione dei diplomati magistrali esclusi dalle graduatorie o anche in ruolo, si stima un buco di 15.000 cattedre.

Le organizzazioni sindacali incontreranno il direttore dell’Ufficio Scolastico regionale a cui chiederanno un piano straordinario di assunzioni che porti all’immissione in ruolo degli insegnanti in possesso di abilitazione e di quelli che hanno tre anni di servizio (considerando il quarto come requisito valido per l’abilitazione).

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione